Italiano: “L’Europa è un capolavoro. Il futuro? Parlerò con il club”. Commisso è contento (bene, ma ora bisogna fare mercato)

Vincenzo Italiano

FIRENZE – Festeggiano il ritorno in Europa, i tifosi della Fiorentina, nonostante Marassi e altre sconfitte irritanti. L’allenatore, Vincenzo Italiano, dopo la vittoria sulla Juve, ha dichiarato: “Europa? Purtroppo, in quest’ultimo mese abbiamo giocato qualche partita brutta. Oggi non potevamo sbagliare. Complimenti a Firenze, che ci ha sostenuti sempre, e ai ragazzi. Per me questo traguardo è straordinario. E’ un capolavoro della squadra”.

Anche il presidente, Rocco Commisso, ha chiamato dall’America per esprimere la sua soddisfazione: ” “Che emozione! Oggi la squadra, lo staff, lo stadio e tutta la gente di Firenze mi hanno regalato una gioia indescrivibile. Torniamo in Europa dopo sei anni e lo facciamo nel migliore dei modi, davanti a Firenze e con tutta questa gente vicina”. Bene: il presidente è consapevole che, da subito, bisogna affrontare il mercato. Tanti giocatori sono in prestito e se ne andranno. Altri sono in scadenza di contratto e aspettano la chiamata (e l’offerta) per rinnovare. Lo stesso allenatore vuole avere certezze sul futuro. Infatti, dopo aver gioito, parla del futuro: “La società ha sempre detto di voler aspettare la fine del campionato. Domani, o nei prossimi giorni, parleremo di futuro. Parleremo di come affrontare la Conference, come costruire la squadra. I matrimoni si fanno insieme, parleremo a 360 gradi. Di tutto – ha sottolineato Italiano -. Mercato? Si perderanno giocatori in prestito. Alcuni giocatori in scadenza. Andranno sostituiti. Quello che ci ha trascinati è la forza del gruppo. Adesso dobbiamo cercare di non sbagliare e mettere in squadra della qualità. Bisogna cercare di non sbagliare e inserire giocatori in un progetto che ha portato grandi risultati. Per fare il percorso della Roma e magari vincere il trofeo”.

La Juventus, infine, chiude la stagione senza aver vinto un trofeo e con una sconfitta, ma a Massimiliano Allegri non è dispiaciuto il primo tempo giocato dalla squadra bianconera: “Abbiamo fatto una buona partita, sbagliando però tanto negli ultimi 30 metri. Avevamo tanti ragazzi che non si erano mai allenati, abbiamo chiuso degnamente la stagione e ora voltiamo pagina e pensiamo alla prossima”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.