Obbligo vaccinale: arriva un altro milione di multe, ma ci sono errori e ricorsi

ROMA – Il governo non recede, l’obbligo vaccinale da Covid-19 rimarrà fino al 15 giugno prossimo. Le sanzioni (multa da 100 euro) sono previste per coloro che non hanno ancora provveduto a immunizzarsi dallo scorso 15 febbraio. Da precisare come gli operatori sanitari dovranno rispettare l’obbligo vaccinale fino al 31 dicembre.

Informa Repubblica che al momento gli over-50 non ancora vaccinati sarebbero 3,3 milioni, un vero e proprio flop dell’obbligo e della campagna vaccinale. La gente ormai non si fida più di virologi e politici.

Si tratta di una quota cospicua trattandosi del 12% del totale. Alcuni non hanno ricevuto neanche la prima dose di vaccino, altri non hanno adempiuto alla seconda, altri invece non hanno fatto il booster. Riguardo alle multe lo scorso maggio è partita la seconda tranche di sanzioni che dovrebbe colpire altri 1,2 milioni di persone, ma sono moltissimi gli errori già riscontrati nelle prime notifiche, con valanghe di contestazioni e ricorsi. Infatti fioccano i ricorsi, anche con formulari preparati da avvocati specialisti nel tema, i cittadini non vaccinati si organizzano e ricorrono ai metodi legali previsti dall’ordinamento.

Ma il governo, nella sua lotta senza quartiere ai no vax, ha annunciato già una terza ondata di multe, oltre 1 milione. Mentre ovunque, anche in Giappone, centinaia di migliaia di dosi di vaccini stanno scadendo e verranno buttate via perché nessuno vuol più fare non solo la prima iniezione, ma neppure i richiami, dopo i tanti casi di reazioni avverse riscontrati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.