Maturità: studenti con le mascherine. Tar del Lazio repsinge il ricorso del Codacons. Ma è polemica politica

ANSA/Mourad Balti Touati

ROMA – Ci vorrà la mascherina per gli esami di maturità. Il Tar del Lazio, con la sentenza n. 7451 depositata oggi 8 giugno 2022, ha respinto il ricorso proposto dal Codacons e ha stabilito che l’utilizzo delle mascherine, tra gli altri, continua a essere obbligatorio, per gli studenti, fino al 31 agosto 2022. 

I giudici amministrativi hanno sottolineato che una eventuale anticipazione della cessazione di tale obbligo necessita di “un apposito decreto-legge, attesa l’inidoneita’ di un’ordinanza ministeriale a disporre in senso difforme a quanto previsto in apposita disposizione di rango legislativo, in mancanza di una norma che lo consenta espressamente”, valutazione rimessa “all’esclusiva responsabilita’ della scelta di politica legislativa nella specifica materia”. Il Tar ha anche dichiarato, per ragioni processuali, priva di presupposti la questione di legittimita’ costituzionale sollevata dal Codacons sul decreto legge n. 24 del 2022.

Divampa però la polemica politica, soprattutto porta avanti dai partiti del centrodestra. Matteo Salvini (Lega) e Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia) parlano di follia e co vera costrizione, imponendo la mascherina con una temperatura di 30 gradi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *