Imu: salasso per prima rata, 9,5 miliardi da 25 milioni di proprietari il 16 giugno

ROMA – Il governo Draghi-Franco, a caccia di entrate fiscali sempre maggiori per tappare i buchi delle spese per bonus vari, accoglienza migranti e spese militari (comprese le armi a Zelensky) conta gli incassi enormi per l’Imu, che ha falcidiato milioni di piccoli proprietari di case.

Lo prova il Rapporto Imu 2022 della Uil. Per il versamento IMU del prossimo 16 giugno, gli italiani si preparano a versare 9,5 miliardi di euro, come acconto per un gettito complessivo 2022 stimato di 19,6 miliardi.

Pagheranno questa vera e propria patrimoniale oltre 25 milioni di proprietari di immobili (il 41% sono lavoratori dipendenti e pensionati). Il costo medio complessivo dell’IMU calcolato su una “seconda casa”, ubicata in un capoluogo di provincia – spiega Ivana Veronese, Segretaria Confederale UIL – sarà di 1.074 euro medi annui con punte di oltre 2 mila euro in alcune grandi città. Roma è la città più cara con 2.064 euro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.