Migranti: 5 morti e 674 soccorsi. E arriva Sea Watch con altre 444 persone a bordo

LAMPEDUSA – Un peschereccio alla deriva con oltre 600 migranti è stato soccorso ieri, a circa 124 miglia dalla Calabria, da una nave mercantile, da tre motovedette della Guardia Costiera e da un’unità della Guardia di Finanza. Come fa sapere la guardia costiera, a bordo del peschereccio, sono stati trovati anche cinque corpi senza vita.
Sono state 674 in totale le persone tratte in salvo, alcune recuperate direttamente dall’acqua, dalle motovedette CP323, 332 e 309, dalla Pv3 della Guardia di Finanza e dalla nave mercantile Nordic, fatta
dirigere anche essa in area per l’emergenza, che poi le ha trasbordate su nave Diciotti della Guardia Costiera, presente nell’area del soccorso.

SEA WATCH – E sono in arrivo probabilmente altre centinaia di migranti “soccorsi” a bordo delle navi Ong. “Dopo i 4 interventi effettuati ieri, a bordo di #SeaWatch3 abbiamo a bordo 444 persone, tra cui donne, bambini, una donna incinta di 9 mesi e un paziente con gravi ustioni costantemente monitorati dal team medico. Se non fossimo stati presenti quale sarebbe stata la loro sorte?”. Lo scrive in un tweet Sea-Watch Italy, che si dirige verso Nord, nelle coste del nostro Sud, “in attesa di un porto sicuro di sbarco”, viene spiegato.

OCEAN VIKING – Per non esser da meno la nave di altra Ong, Ocean Viking di Sos Mediterranée, ha avvistato e soccorso un gommone in acque internazionali, al largo della Libia, con 87 persone a bordo, tra cui 57 minori non accompagnati. Nessun migrante aveva il giubbotto di salvataggio. Sappiamo già dove punterà la prua, viste le precedenti esperienze..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.