Firenze: targhe dantesche, restaurate le prime 12 lapidi

FIRENZE – Tornano all’originario splendore le targhe dantesche che tappezzano torri, angoli di strada, chiese, palazzi del centro storico di Firenze: sono stati completati i lavori di restauro su 12 delle 33 lapidi presenti in città, nell’ambito del progetto inserito dall’Amministrazione comunale tra gli interventi finanziabili tramite erogazione liberale in regime di ArtBonus. A finanziare l’intervento è Costa Crociere con una somma complessiva di 70mila euro. Le rimanenti 21 targhe saranno restaurate entro dicembre.

”Le targhe dantesche che stiamo restaurando rappresentando la personalità e la storia della nostra città – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Titta Meucci -. Una testimonianza che non poteva essere lasciata al degrado e all’incuria e che per questo abbiamo voluto riportare all’antico splendore, anche grazie a Costa Crociere che ha reso possibile l’intervento con un finanziamento in regime di art bonus”.

L’idea di realizzare le targhe con le terzine dantesche maturò tra il 1900 e il 1907, quando il Comune di Firenze affidò il progetto a un’apposita commissione di cui facevano parte Isidoro del Lungo, Piero Torrigiani, Giuseppe Lando Passerini, Orazio Bacci, Guido Carocci, Attilio Formilli e Luigi Minuti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.