Offese a Spalletti: indagini della Digos, multa di 15.000 euro alla Fiorentina, Nardella risponde al sindaco di Napoli

Luciano Spalletti ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

FIRENZE – Non si ferma allo sfogo di un dopo partita l’accusa che Luciano Spalletti ha fatto al pubblico di
Firenze di avere una “maleducazione incredibile”, come ha detto a Dazn alla fine di Fiorentina-Napoli.

DIGOS – Adesso ci sono indagini della Digos sul battibecco con un tifoso che ha provocato la risposta dell’allenatore.
C’è un video all’esame degli investigatori che mostra il tecnico mentre si avvicina agli spalti per protestare contro gli insulti, poi le immagini mostrerebbero un tifoso che si sbraccia e che colpisce lievemente Spalletti. Il sostenitore rischia almeno un Daspo.

“Ogni volta che si gioca qui – aveva detto alla tv Spalletti – accade lo stesso. Il pubblico di Firenze è di una
maleducazione incredibile. Mi dicono ‘tua mamma, tua mamma’. Dietro la panchina ci sono sempre maleducati professionisti”.

SINDACO NAPOLI – Sta dalla sua parte il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi: “L’aggressione subita da Spalletti è episodio di grandissima inciviltà, non è qualificabile, ha fatto benissimo a denunciare questi comportamenti, è stato giusto mettere alla berlina chi si macchia di questi atti. Spero che non sia
ascrivibile a questo latente razzismo che riscontriamo ogni volta nei confronti di Napoli”, ha aggiunto Manfredi tirando in ballo pure il sindaco di Firenze Dario Nardella “che ha origini napoletane” e che “ha fatto bene a condannare l’episodio”.

NARDELLA – Nardella, in viaggio, si dice dispiaciuto: “Tali episodi purtroppo avvengono in tutti gli stadi e vanno condannati senza esitazione, però invito a non generalizzare; il popolo viola si e’ sempre distinto per passione e calore” e comunque “episodi così non intaccano l’amicizia tra Firenze e Napoli”.

CARLO CONTI – Smorza i toni Carlo Conti, conduttore tv e tifoso viola: “Uno, due tre, quattro bischeri non intaccano la credibilità di una tifoseria intera. Non la rappresentano per niente. Un baco non fa marcire
tutta la mela”, ha detto. Quanto a Spalletti, ha aggiunto, “è intelligente, è fiorentino, conosce le situazioni e la tifoseria viola. Lo sa benissimo di aver voluto far notare quei pochi che lo hanno infastidito”.

MULTA – Comunque sia, intanto, è stata multata la Fiorentina a cui il giudice sportivo ha inflitto 15.000 euro di ammenda per cori con insulti anti-napoletani intonati dagli ultras viola durante la partita.

A questo punto sarebbe meglio mettere la parola fine a una vicenda che ha finito per stufare tutti, ma ha consentito ai sindaci di mettersi in mostra.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.