Trovato il corpo di Mattia, 8 anni, in un campo presso il fiume Nevola. La madre aveva detto: “Voglio una tomba su cui piangere”

ANSA/DANIELE CAROTTI

SENIGALLIA – Trovato il corpo del piccolo Mattia, vittima della bomba d’acqua nelle Marche, in un campo a Castelleone di Suasa. A dare l’allarme il proprietario del terreno. Il corpo è stato trovato dai carabinieri, su segnalazione di un cittadino. Il campo dove è stato rinvenuto, è adiacente al fiume Nevola. I resti sono in avanzato stato di decomposizione. Per l’identificazione saranno necessari autopsia ed esame del Dna, che la Procura avrebbe già disposto.

La conferma è venuta dalla prefettura di Ancona che ha anche comunicato che sono in corso le operazioni per il riconoscimento.

“So che trovarlo in vita è impossibile ma almeno voglio una tomba su cui piangere”. Cosi’ la mamma di Mattia, Silvia Mereu, si era rivolta ai cronisti nel punto in cui si erano concentrare le ricerche del figlio negli stessi attimi in cui in un’altra zona veniva ritrovato il corpo del piccolo. La donna era arrivata nel punto dove i soccorritori stavano cercando il bambino proprio per chiedere che le ricerche non si interrompessero.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.