Firenze: al Teatro di Rifredi «Pupo di zucchero. La festa dei morti» di Emma Dante, in prima regionale

Pupo di zucchero (foto Ivan Nocera)

FIRENZE – Venerdì 4 e sabato 5 novembre alle 21 torna Emma Dante al Teatro di Rifredi, dove l’artista è ormai di casa, col suo nuovo spettacolo Pupo di zucchero. La festa dei morti (qui in prima regionale) che vede protagonista Carmine Maringola, in scena con alcuni esponenti della Compagnia Sud Costa Occidentale: Nancy Trabona, Maria Sgro, Federica Greco, Sandro Maria Campagna, Giuseppe Lino, Stephanie Taillandier, Tiebeu Marc-Henry Brissy Ghadout, Martina Caracappa, Valter Sarzi Sartori.

Impastando una fiaba del Cunto de li cunti di Giambattista Basile, opera che alla Dante risulta particolarmente congeniale (uno dei suoi spettacoli più riusciti è appunto La scortecata, da un racconto di Basile, che molti a Rifredi sono tornati a vedere nel 2020, dopo il debutto nel 2018) assieme a un’antica tradizione meridionale, Emma Dante crea il suo pupo di zucchero, il dolce da offrire ai defunti, che vengono a trovare coloro che sono rimasti, nella notte del 2 novembre. Una celebrazione dei morti che si trasforma in una festa della vita, narrando la storia di un vecchio che per sconfiggere la solitudine della sua esistenza, invita a cena tutti i defunti della famiglia. Questo l’intreccio: Il 2 novembre è il giorno dei morti. Un vecchio ‘nzenziglio e spetacchiato, rimasto solo in una casa vuota, prepara una pietanza tradizionale per onorare la festa. Con acqua, farina e zucchero impasta l’esca pe li pesci de lo cielo: il pupo di zucchero, una statuetta antropomorfa dipinta con colori vivaci. In attesa che l’impasto lieviti, richiama alla memoria la sua famiglia che non c’è più: la stanza arredata dai ricordi diventa una sala da ballo dove i defunti, ritrovando le loro abitudini, festeggiano la vita. Sul palcoscenico fanno allora il loro ingresso mammina, una vecchia dal core tremmolante; il giovane padre disperso in mare; le sorelle Rosa, Primula e Viola “tre ciuri c’addorano ‘e primmavera”; Pedro dalla Spagna, che si strugge d’amore per Viola; zio Antonio e zia Rita, che s’abboffavano ‘e mazzate; Pasqualino, il figlio adottivo. Dieci sculture create da Cesare Inzerillo mostrano il corpo osceno della morte. La morte non è un tabù, non è scandalosa: ciò che il Vecchio vede e ci mostra è una parte inscindibile della sua vita, legata alla nostalgia per quei morti che appaiono nei costumi della stessa Emma Dante, sotto le luci di Cristian Zucaro, e si animano colorando la scena, raccontando ognuno il proprio vissuto. Pupo di zucchero non può che intenerirci.

Dopo il successo riscosso al Festival D’Avignon edizione 2021 Pupo di zucchero arriva in prima regionale al Teatro di Rifredi registrando già il quasi tutto esaurito (lo spettacolo sarà di nuovo in Toscana nel 2023, a Pistoia il 4 e 5 marzo e a Cascina il 7 marzo).

Venerdì 4 e sabato 5 novembre, ore 21

Teatro di Rifredi (, via Vittorio Emanuele II n. 303, Firenze) – Prima Regionale

Pupo di zucchero. La festa dei morti, testo e regia Emma Dante, con Carmine Maringola il Vecchio, Nancy Trabona Rosa, Maria Sgro Viola, Federica Greco Primula, Sandro Maria Campagna Pedro, Giuseppe Lino Papà, Stephanie Taillandier Mammina, Tiebeu Marc-Henry Brissy Ghadout Pasqualino, Martina Caracappa zia Rita, Valter Sarzi Sartori zio Antonio, costumi Emma Dante, sculture Cesare Inzerillo, luci Cristian Zucaro, assistente ai costumi Italia Carroccio, produzione Sud Costa Occidentale in coproduzione con Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Scène Nationale Châteauvallon-Liberté / ExtraPôle Provence-Alpes-Côte d’Azur / Teatro Biondo di Palermo / La Criée Théâtre National de Marseille / Festival d’Avignon / Anthéa Antipolis Théâtre d’Antibes / Carnezzeria e con il sostegno dei Fondi di integrazione per i giovani artisti teatrali della DRAC PACA e della Regione Sud

Durata: 60’, atto unico.

Intero € 17 Ridotto (over 65, under 35, abbonati Teatro della Toscana e altre tessere come da convenzioni) € 15 I prezzi indicati sono comprensivi dei diritti di prevendita. Le riduzioni sono valide tutti i giorni a esclusione del sabato. Tutte le convenzioni aggiornate al link www.teatrodirifredi.it/it/info/biglietteria/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *