Italia in Albania (mercoledì, 20,45, Rai1) per non pensare al Mondiale. Raspadori cerca conferme. Formazioni

Raspadori, (Foto profilo social Nazionale)

TIRANA – Roberto Mancini riparte da Tirana, con nuovi esperimenti. Nella conferenza stampa che precede Albania-Italia (m ercoledì, 20,45, diretta su Rai1) il ct afferma: “Così come siamo riusciti a ricostruire una squadra e un gruppo che è stata la nostra forza agli Europei, possiamo farlo ancora, penso che i ragazzi sappiano che ci vuole un senso di appartenenza enorme”. Davanti giocherà Raspadori, al settimo cielo per la classifica del Napoli.

Insomma, la Final Four di Nations League è sicuramente un buon risultato, ma non abbastanza per lenire la ferita Mondiale. E mentre in Qatar sta per chiudersi il countdown per la Coppa del Mondo, i campioni d’Europa volano in Albania per il primo di due test (il secondo domenica in Austria) che hanno un retrogusto amaro. A Tirana la sfida con la selezione di Edy Reja, la 400ª amichevole della storia azzurra contro una nazionale relegata al 66° posto del Ranking Fifa e già battuta due volte in occasione delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Anche quelle finirono male, malissimo, perchè l’Italia in Russia non andò e già allora, quando campioni d’Europa non eravamo, sembrava incredibile.

“Siamo venuti per disputare una buona partita, consapevoli che l’Albania non è una squadra debole. Ha tanti giocatori che militano nella nostra Serie A e sono tutti bravi”, le parole in conferenza stampa di Roberto Mancini, ct che domani raggiungerà Lippi e Prandelli per numero di panchine (56, davanti solo Pozzo a 95 e Bearzot a 88), ma che non ha ancora superato lo shock Qatar.

Si parla di ricostruzione di un gruppo che ha fallito la qualificazione al Mondiale e che lavora per riaprire un nuovo ciclo, con il ct che utilizzerà le prossime due amichevoli anche per provare qualcosa di nuovo dal punto di vista tattico e non solo. “Non so – ha aggiunto Mancini – quale sia il sistema migliore, dipende sempre dai giocatori che hai a disposizione, abbiamo cambiato nelle ultime due partite, ma abbiamo giocatori che hanno giocato in tutti i moduli. Non credo che si possa dire che la difesa a tre sia meglio di quella a 4 e viceversa, dipende anche dai giocatori. Abbiamo due amichevoli e qualcosa di nuovo proveremo. Avremmo fatto volentieri a meno di provare, ma testare qualcosa di nuovo credo che a volte sia utile”.

Le probabili formazioni

ALBANIA (3-5-2): Berisha; Ismajli, Kumbulla, Mihaj; Hysaj, Abrashi, Asllani, Bajrani, Roshi; Uzumi, Broja. Allenatore: Reya

ITALIA (3-4-3): Donnarumma; Scalvini, Bonucci, Bastoni; Di Lorenzo, Tonali, Verratti, Dimarco; Zaniolo, Raspadori, Grifo. Allenatore: Mancini

ARBITRO: Nuza (Kosovo)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *