Mondiali Qatar: Portogallo batte, a fatica, (3-2) il Ghana. Nuovo record di Ronaldo

Cristiano Ronaldo: trascinatore del Portogallo

QATAR – Con un rigore perfetto Cristiano Ronaldo entra nella storia dei Mondiali segnando per la quinta edizione consecutiva, ma il Portogallo resta col fiatone fino alla fine per timbrare una vittoria sofferta per 3-2 contro un Ghana combattivo e ben messo in campo.

Partecipano alla festa anche Joao Felix e Leao (con un gol lampo) e gli europei guidano ora il girone dopo il pari del pomeriggio tra Uruguay e Corea del Sud. Cr7, che canta l’inno nazionale commuovendosi, ha qualche occasione ma per conquistare il record ha bisogno di un rigore generoso concesso dall’arbitro.

La vittoria e’ di misura e il Ghana prima pareggia col capitano Andre’ Ajew, poi realizza il 3-2 con Bukari mettendo pressione ai portoghesi e sfiorando il pari al 99′ per un errore di Diogo Costa che Inaki Williams non riesce a sfruttare.

E il ct Fernando Santos deve essersi pentito della leggerezza commessa togliendo sul 3-1 Ronaldo e Bruno Fernandes. Il lungo cammino del Portogallo alla ricerca dell’unico titolo che manca al palmares stellare di Cristiano Ronaldo comincia con un avversario poco stimato nelle previsioni, ma che dimostra di essere complicato da affrontare. Fernando Santos lascia fuori all’inizio Leao preferendogli Joao Felix. I piedi vellutati di Bernardo Silva e Bruno Fernandes tessono una tela paziente ma poco dinamica. Le sgroppate di Joao Cancelo sono sparute, Ruben Neves e Otavio hanno poca intraprendenza per cui il possesso palla portoghese si dimostra sterile anche per l’attenta copertura del Ghana. Djuku e Salidu ingaggiano una dura battaglia fisica per tamponare Ronaldo mentre il gioiellino dell’Ajax Kudus si fa apprezzare per la qualita’ tecnica.

In attacco Inaki Williams non riesce a impensierire Danilo e Dias mentre il capitano Andre’ Ayew gioca a tutto campo per spezzare il palleggio prolungato dei portoghesi. E’ Cristiano Ronaldo a portare le prime insidie. Prima si fa anticipare dal portiere Ati Zigui, poi arriva in cielo ma il suo colpo di testa finisce fuori. Il Ghana prende le misure alle iniziative avversarie e prova a d addormentare la partita. Una buona occasione capita a Joao Felix al 27′ ma la conclusione è sbilenca. Ci sono poi un paio di episodi che penalizzano i portoghesi: al 30′ errore dei ghanesi, occasione per Ronaldo che segna ma l’arbitro fischia un discutibile fallo di Djiku. Al 40′ tiro rimpallato di Cr7 che viene liberato dalla difesa grazie a un fallo fischiato a Joao Felix. Le immagini mostrano invece che il portoghese il fallo lo subisce, ma il var non interviene.

Nella ripresa il Portogallo sembra un po’ sulle gambe, ma rimane il dubbio che possa essere una tattica per ingolosire gli africani e indurli a sbilanciarsi. Inaki Williams e Kudus cercano l’azione personale e il giocatore dell’Ajax tira di poco fuori al 9′. C’è una mini-rissa tra Joao Felix e Seidu, che se la cava col giallo. Poi al 19′ la svolta: con mestiere Ronaldo guadagna un rigore discutibile per contrasto di Salisu. Cr7 bacia il pallone, va sul dischetto, tira la solita bomba che gli regala il record del gol in 5 mondiali diversi.

Ma il Ghana si ribella e pareggia al 27: Kudus crossa, Danilo stecca e il capitano Ajew fa impazzire i tifosi in tribuna. La gioia però dura poco: gli africani si disuniscono, il ct sostituisce misteriosamente Andre’ Ayew e Kudus e in 2′ il Portogallo prende il volo. Al 32′ si invola Joao Felix sulla destra e fa secco il portiere. Entra Leao al posto di Neves e timbra il 3-1 su imbeccata elegante di Bruno Fernandes segnando il suo primo gol in nazionale. Ma alla fine il Ghana mette paura ai portoghesi: all’88’ trova il 3-2 con Bukari e al 99′ sfiora il pari con Inaki Williams su papera di Diogo Costa. Ronaldo esce felice: il Portogallo esce vittorioso e lui realizza un record che Messi dovrà aspettare quattro anni per tentare di raggiungere a 39 anni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.