Daniele Gatti dirige l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino con un programma tutto francese

Daniele Gatti con l’Orchestra del Maggio (foto M. Monasta)

FIRENZE – Sabato 3 dicembre alle 18 al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazza Vittorio Gui) Daniele Gatti dirige l’Orchestra del Maggio in un programma tutto francese, con musiche di Gabriel Fauré, Camille Saint-Saëns, Claude Debussy e Maurice Ravel, incluso il celeberrimo Bolero. Verranno eseguiti la Pavane in fa diesis minore op. 50 di Gabriel Fauré, dedicata alla contessa Elisabeth Greffulhe, di cui la pavana è intesa essere una sorta di ritratto in musica; il Concerto n. 1 in la minore op. 33 per violoncello e orchestra di Camille Saint-Saëns, che debuttò il 19 gennaio 1873 a Parigi presso la Società dei concerti del Conservatorio (solista al violoncello è Antonio Meneses); seguono poi due composizioni ispaneggianti: Ibéria, estratto dalla suite in tre parti di Claude Debussy Images per orchestra, composta fra il 1905 e il 1912, e il Boléro di Maurice Ravel, presentato per la prima volta all’Opéra national de Paris il 22 novembre 1928 e divenuto in breve tempo una delle opere simbolo della letteratura orchestrale di tutti i tempi.

Per Gatti è il penultimo appuntamento sinfonico del Festival d’Autunno e dell’anno, prima del concerto del 31 (ma sarà sul podio anche per il Don Carlo di Verdi dal 27).

Settore D: 25€ – Settore C: 40€ – Settore B: 65€ – Settore A: 100€, in vendita senza sovrapprezzo anche direttamente sul sito del Maggio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *