Firenze, Lega: “Nardella, scudiero di Bonaccini, per 100 giorni abbandonerà la città”

L’incontro tra il Sindaco di Firenze Dario Nardella e il presidente della regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

FIRENZE – Galli e Bussolin, esponenti della Lega, ironizzano sul ticket Renzi-Bonaccini annunciato dal sindaco: “Nardella rimarrà, dunque, distante da Firenze per svariate settimane, almeno per quello che abbiamo capito e ciò ci lascia perplessi, non tanto perché ne sentiremo la mancanza, ma per il fatto che, come primo cittadino, sarebbe tenuto, principalmente, ad amministrare la città”.
“Non potendo ambire al ruolo di aspirante principe del Pd, il sindaco di Firenze, Dario Nardella., accetta il ruolo di scudiero di Bonaccini e diventa una sorta di tour operator in giro per l’Italia”. Lo affermano, in una nota congiunta, Giovanni Galli e Federico Bussolin, rispettivamente consigliere regionale toscano della Lega e consigliere comunale fiorentino della Lega.
“Nardella sarebbe tenuto, principalmente, ad amministrare la città, invece che peregrinare per il Paese a caccia di consensi per il presidente dell’Emilia Romagna – sostengono Galli e Bussolin – Magari, però, questo suo pellegrinaggio elettorale, potrebbe essere per lui istruttivo; hai visto mai, infatti, che entrando in contatto con altri sindaci, forse possa, finalmente, imparare qualcosa da loro”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *