Formula 1: in Bahrain Verstappen si prende la pole. Ma la Ferrari di Leclerc è terza (Foto)

Max Verstappen riparte in pole position nel gran premio del Bahrain EPA

BAHRAIN – Il gran circo della Formula 1 riparte da lui, Max Verstappen: che si prende la pole n.21 della carriera aprendo le danze in Barhain così come aveva concluso la stagione passata dominata. Nelle prime qualifiche dell’anno, a una settimana dagli unici test sempre sulla pista di Sakhir, l’olandese ha messo la sua Red Bull davanti a tutti, precedendo il compagno di squadra Sergio Perez, per una doppietta che non dà ancora punti ma sicuramente ottime speranze per la gara.

Le nutre però anche la Ferrari, che dopo le perplessità proprio nella sessione di test, si piazza subito alle spalle del duo della monoposto campione del mondo, con il terzo tempo di Charles Leclerc e il quarto di Carlos Sainz. Le Rosse potevano piazzare almeno una delle due in prima fila, ma il monegasco ha preferito salvare un treno di gomme soft in vista del gp, sacrificando così il miglior piazzamento in griglia: e così la nuova SF23 partirà in seconda fila, dopo aver chiuso comunque in testa le prime due tornate delle qualifiche, con Sainz in Q1 e Leclerc in Q2. In terza fila, con il quinto tempo, l’Aston Martin di Fernando Alonso su cui erano puntati i riflettori dopo le belle performance nei test pre stagione, più indietro la Mercedes di Lewis Hamilton. 

Alla fine delle qualifiche che inaugurano la stagione la Ferrari però sorride: la strategia di sacrificare il secondo tentativo di Leclerc in cui poteva giocarsi la pole con il campione del mondo, lasciando invece spazio al secondo della Red Bull Perez, era stata comunque concordata con il pilota monegasco. Obiettivo avere in gara un treno di gomme nuove. “Non c’era nessun problema alla macchina – dice infatti Leclerc -. Meglio partire terzo e avere un treno di gomme nuove. Eravamo in lotta per la pole, e non me lo aspettavo. E’ stata una bella sorpresa. Siamo riusciti a trovare il passo per il giro di qualifica, il che è grandioso. Ma dobbiamo tenere in mente che invece sul passo gara siamo più indietro rispetto alla Red Bull. Pensiamo di essere in una posizione migliore partendo terzi con gomma nuova che secondi con la gomma usata – ha sottolineato il monegasco -. Siamo stati tutti molto vicini. Spero sarà così anche in gara. Noi siamo molto più vicini di quanto ci aspettassimo. Questo è un bene per la F1. In gara sembriamo un po’ più deboli, avere una gomma nuova ci aiuterà, la direzione è quella giusta”.

“Non c’era nessun problema alla macchina. Eravamo in lotta per la pole, non me lo aspettavo. Bella sorpresa. Siamo riusciti a trovare il passo per il giro di qualifica, il che è grandioso. E già perché dopo un’annata in cui le Ferrari andavano bene in qualifica ma poi non raccoglievano in gara, adesso l’obiettivo è invertire la tendenza.

“Eravamo in lotta con Verstappen – ha aggiunto anche Frederic Vasseur, il nuovo team principal alla sua prima al muretto Ferrari – ma abbiamo deciso di tenere un set di pneumatici soft per domani e credo sia stata la scelta giusta. Tutto concordato con Leclerc: il team ha fatto un ottimo lavoro, su questa pista le gomme sono importanti e avevamo deciso di sacrificare le qualifiche in vista della gara, perché i punti si ottengono la domenica. Comunque la stagione non finisce domani, è un buon punto di partenza”.

Felice naturalmente Verstappen, che ha dedicato il primo guizzo della stagione al papà nel giorno del compleanno: “Il week end non è cominciato benissimo, non trovavo il mio ritmo, ma in qualifica per fortuna abbiamo messo insieme i pezzi migliori. Sono contento di essere in pole, è positivo per tutto il team essere davanti dopo l’anno scorso. Tutti noi andiamo più veloci rispetto all’anno scorso e questo è bellissimo. Questo è il bello della F1. Per me è stata una sorpresa positiva andare in pole dopo le difficoltà dei giorni scorsi. Poi noi di solito andiamo più forte in gara”. Per ricominciare vincendo così come aveva chiuso l’annata trionfale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *