Elezioni in Toscana 2023: i risultati nei comuni non capoluogo di provincia

ROMA – Ecco i risultati delle elezioni amministrative in Toscana nei comuni non capoluogo di provincia. In alcuni casi c’è il verdetto definitivo, in altri lo spoglio continua. Nelle prossime ore seguiranno tutti gli aggiornamenti.

Provincia di FirenzeMarradi resta al centro sinistra. Il sindaco uscente (al terzo mandato) Tommaso Triberti (lista “Insieme per Marradi”), ha ottenuto il 70,14% dei voti (1,240) contro il 20,48% del candidato del centro destra unito (FdI, Fi, Lega, Udc) Stefano Benedettini, mentre il civico Rudi Frassineti, sostenuto dalla lista Anima Marradi, si è fermato al 9,39%. 

A spoglio ancora in corso, con 21 sezioni scrutinate su 39, si profila il ballottaggio, all’insegna del centrosinistra, per l’elezioni del sindaco di Campi Bisenzio. Davanti il candidato sostenuto dal Pd Leonardo Fabbri con il 30,6%, seguito da Andrea Tagliaferri, che corre per M5s, con il 20,57%. Al terzo posto il primo dei candidati del centrodestra, Paola Gandola, sostenuto da Lega e Fi, con il 19,8%. Poi Antonio Montelatici, candidato Fdi, con il 16,1%. Infine Riccardo Nucciotti, sostenuto da Iv, 12,8%. Riccardo Lazzerini è il nuovo sindaco di Impruneta  con 2.183 voti, che rappresenta il 38,49% del totale. Lazzerini, candidato per la coalizione di centrosinistra Impruneta Rip@rti, sostenuta da Pd, M5S, Partito Socialista, Il Coraggio di Cambiare, Sinistra Ecologista, ha battuto di 134 voti Matteo Aramini, candidato della lista civica Impruneta Futura, che a dicembre aveva abbandonato il Pd, e che si è fermato a 2.049 voti. Terzo, molto staccato, il candidato sindaco di Voltiamo Pagina, Matteo Zoppini, che ha raccolto il 25,37% delle preferenze, con 1.439 voti

Provincia di Arezzo – Due sindaci al centrodestra e uno a una lista civica appoggiata dal centrosinistra. Ribaltone a Laterina Pergine Valdarno dove la guida del Comune passa al centrodestra: la vittoria è infatti andata a Jacopo Tassini con 1666 voti pari al 57,89%, mentre Michele Gragnoli, assessore alle opere pubbliche uscente, che correva per il centrosinistra, si è fermato a 1212 voti pari al 42,11%.Mario Francesconi, candidato civico per il centrodestra, è confermato sindaco di Capolona con uno scarto minimo. La lista di Francesconi ha ottenuto 1.171 voti, pari al 47,93%, contro 1.157 di Sario Dini, che ottiene quindi il 47,36%. Con 558 voti Marida Brogialdi è la nuova sindaca di Caprese Michelangelo. Brogialdi, ha capo di una lista civica sostenuta dal centrosinistra, ha ottenuto l’85,19% dei voti contro il 14,81% di Ginevra Dinelli (97 voti assoluti).

Provincia di Lucca – A Pietrasanta si andrà al ballottaggio tra il sindaco uscente Alberto Stefano Giovannetti – sostenuto da Forza Italia-Lista Mallegni, Ancora Pietrasanta, Lega Salvini Premier – che ha chiuso in netto vantaggio il primo turno, e il candidato del centrosinistra Lorenzo Borzonasca. 

Provincia di Grosseto – Spoglio scontato a Semproniano, dove viene confermato sindaco Luciano Petrucci, unico candidato come primo cittadini con la lista civica “Semproniano Bene Comune”. Gli elettori erano 804, i votanti sono stati 462 (affluenza 57,46%): il sindaco ha ottenuto 411 voti validi, 18 le schede nulle, 33 le bianche. Con il 54,28 % delle preferenze è stata eletta sindaco a Gavorrano Stefania Ulivieri, che si presentava con una proposta lista civica sostenuta da tutto il centrosinistra. Il centrodestra, con Andrea Maule, si è fermato al 45,72% dei voti validi.  Arturo Cerulli, sostenuto dalla lista civica di centrodestra Civico 23, è il nuovo sindaco di Monte Argentario, carica che ha già ricoperto per due mandati in passato. Ceruli ha ottenuto il 36,6% superando Roberto Cerulli sostenuto dalla lista Per l’Argentario al 31,88%, e Priscilla Schiano, con la lista Argentario nel cuore, al 31,52%. Con il 35,54% delle preferenze Gabriele Fusini, sostenuto dalla lista di centrosinistra Magliano 2028, è il nuovo sindaco di Magliano in Toscana. Nuovo corso dunque per il Comune che nell’ultima legislatura era guidato dal centrodestra. Tullio Tenci è il nuovo sindaco di Castell’Azzara. Tenci, lista civica di centrodestra “Uniti per il Comune” ha vinto con 368 voti, 399 per Papalini. Nel piccolo comune torna dunque un sindaco eletto dopo un anno di commissariamento: quando era sindaco Maurizio Coppi sei degli undici consiglieri si dimisero, facendo “cadere” il Comune.

Provincia di Pisa – A Montecatini Val Di Cecina Francesco Auriemma è il nuovo sindaco: eletto con una propria lista civica ha ottenuto il 76,23% dei voti. Seguono, a distanza, Nadia Giannelli per il centrosinistra (21,88%) e Emanuele Giovannini, del centrodestra, fermo all’1,88%. A Santa Maria A Monte è stata eletta sindaco Manuela Del Grande, con una lista civica di centrodestra che ha ottenuto il 47,68% dei voti validi. Lei si aggiudica la sfida tra candidati sindaco donne, che ha contraddistinto questa campagna elettorale. Le altre candidate sindaco ottengono: Patrizia Faraoni per il centrosinistra 28,54%, Elisabetta Maccanti 23,78%.

Provincia di Pistoia – Vittoria netta a Ponte Buggianese per il candidato di centrosinistra Nicola Tesi, che si riconferma primo cittadino con 83,52% delle preferenze, avendo totalizzato 3.618 voti sul totale dei 4.332 voti espressi. Nadia Lupori, sostenuta dal centrodestra, ottiene il 15,37%, con 666 preferenze, mentre si ferma a 1,11% Salvatore Barbaccia di Fiamma tricolore. Le schede nulle sono state 55, le bianche 33 e le contestate 6. Si profila un ballottaggio tra il candidato del centrosinistra Riccardo Franchi e il candidato di alcune liste civiche Vittoriano Brizzi per decretare il nome del nuovo sindaco di Pescia. Dopo uno scrutinio che si sta protraendo fino in serata questo è il risultato delle elezioni amministrative. Quando sono state scrutinate 14 sezioni su un totale di 20, Franchi, sostenuto da una coalizione formata da Pd, Una storia nuova e Pescia è di tutti, ha ottenuto il 36,11%; Brizzi, che è invece appoggiato da quattro liste civiche e rappresenta l’elemento di continuità con il sindaco uscente Oreste Giurlani, ha raccolto il 28,94% dei voti. Fuori dai giochi gli altri tre candidati: Antonio Grassotti per il centrodestra (16,63%), Giancarlo Mandara (sostenuto da 4 liste civiche, 15,12%) e Sabrina Lazzerini (Pescia in Movimento e Pescia a sinistra, 3,20%).

Provincia di Prato – Riccardo Palandri, lista Palandri sindaco per Poggio, sostenuto dal centrodestra, è il nuovo sindaco di Poggio a Caiano. Il candidato di centrodestra ha ottenuto il 50,74% delle preferenze, battendo il candidato di centrosinistra, Francesco Puggelli, della lista Poggio insieme, che si è fermato al 49,26%. Per Palandri i voti sono stati 2.094, mentre Puggelli ne ha ottenuti 2.033. Da quasi un quarto di secolo il centrodestra non vinceva nel comune della provincia pratese.

Provincia di Livorno – Con il 51,06% delle preferenze l’ex sindaco Marco Corsini, con la lista RioUniti, torna ad essere eletto sindaco di Rio, comune dell’Isola d’Elba, in provincia di Livorno. Lo sfidante Umberto Cannavaro si ferma al 48,94% dei voti validi. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *