archivio autori

Ogni cittadino perderà altri 50 euro nel 2015

Fisco: Firenze e Siena i comuni più penalizzati dalla spending review di Renzi. Che toglie ai sindaci 1,5 miliardi di euro

di Camillo Cipriani - - Economia, Politica, Primo piano

I dati della Cgia di Mestre. Le amministrazioni municipali da tempo si lamentano con il Governo per i troppi tagli, chiedendo che gli sforzi siano richiesti anche alle Amministrazioni centrali e alle Regioni. La manovra 2015 comporterà comunque un taglio complessivo pesante. Palazzo Vecchio la Città del Palio subiranno salassi assai sostanziosi

L'analisi della CGIA di Mestre

Fisco: la local tax assorbirà il 65% delle imposte comunali, ma il peso complessivo è aumentato del 119% in quattro anni

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Dopo molteplici eaperimenti e numerosi cambi di denominazione sembra che finalmente con la Local Tax in vigore dal 2016, ci sia una semplificazione della tassazione locale sulla casa. Riducendo i costi addizionali per il pagamento, sopportati finora dai cittadini

Praticamente irrisorio il ricavo realizzato

Auto blu: la Corte dei Conti bacchetta il governo Renzi, che le ha tagliate solo del 20%

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

La lotta contro gli sprechi nella pubblica amministrazione non è riuscita a incidere neppure sull’uso delle prestigiose auto di servizio. Dopo il flop di vendite su ebay, anche la riduzione delle flotte è quasi al palo. In sei anni (2209-2015) il numero delle vetture istituzionali si è ridotto solo del 20%

La soppressione non è scattata, troppi gli interessi in gioco

Enti inutili: il Governo ha dimenticato di sopprimerli. Sono ancora tutti vivi e vegeti

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Uno degli obiettivi della spending review del Commissario Cottarelli – giubilato da Renzi – era quello dell’eliminazione di almeno 500 enti che non servono, in primis il Cnel, Consiglio Nazionale dell’economia e del lavoro. Ma sono ancora quasi tutti in funzione con le loro seggiole e poltrone

Per l'incremento della speranza di vita

Pensioni: l’Inps prevede che dal biennio 2019-2020 l’età salirà a 67 anni. Altri 5 mesi di lavoro in più

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Gli italiani invecchiano sempre di più e la speranza di vita aumenta a vista d’occhio. L’Inps, nell’ambito dell’attività di previsione della spesa pensionistica, ha calcolato che si andrà a riposo più tardi. Ma per stabilirlo definitivamente ci vorrà una legge

In base ai bilanci consuntivi del 2012 elaborati da Openpolis

Comuni: nelle casse municipali di tutt’Italia mancano somme non riscosse per 5,6 miliardi di euro

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Su 110 comuni capoluogo, in base ai bilanci appena 11 superano la soglia dell’85% quanto a capacità di riscossione, con Bolzano in testa col 91,77%, Olbia (lieta sorpresa) e Trento che seguono rispettivamente col 90,19 e l’88,53%. Le grandi città invece mostrano performance mediocri: Le più efficienti sono Genova all’ 82,89%, Bologna all’82,56%, Firenze (45° posto assoluto) è al 76,42%, Torino al 74,95%, Roma al 71,4%,

Il nuovo contratto è in vigore da più di un mese ma gli istituti di credito nicchiano

Jobs Act, contratto a tutele crescenti. Ma ai giovani che chiedono un mutuo serve sempre un’assicurazione o la garanzia dei genitori

di Camillo Cipriani - - Economia, Politica, Primo piano, Top News

Posti di lavoro in Toscana

Dopo l’approvazione del Jobs Act e di alcuni decreti attuativi, Renzi promise che per i giovani sottoscrittori del contratto a tutele crescenti sarebbe stato più facile ottenere un mutuo dalle banche. Ma queste uktime richiedono comunque anche a questi lavoratoti o un’assicurazione o garanzie da parte di chi ha maggiore capacità economica

Secondo un sondaggio della Confesercenti

Fisco: il 730 precompilato si avvia al flop. Solo un contribuente su quattro lo riempirà da solo

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Fisco, Politica, Primo piano, Top News

Cattive notizie per il fisco e per Rossella Orlandi, direttore dell’agenzia delle entrate. Solo un quarto dei contribuenti riuscirà a completare autonomamente il 730 precompilato, posto che riesca a scaricarlo da internet. Gli altri si rivolgeranno a Caf e commercialisti, con notevole aggravio di spese. Un’altra innovazione per ora inefficace