Calciatore in coma, i compagni non giocano. E l’arbitro li stanga

Avevano rinunciato a giocare la partita di calcio perché quel giorno, lo scorso 16 aprile, un loro compagno di squadra era entrato in coma dopo un grave incidente in motorino avvenuto in viale Guidoni, a Firenze. Avevano così annunciato la loro assenza nella partita che si sarebbe dovuta disputare la sera stessa senza però riuscire ad evitare la sconfitta a tavolino per 3-0 come da regolamento.

Leggi