Covid: imprese toscane in ginocchio, persi 7 miliardi nel 2020. Urgente un piano di rilancio

Nel 2020 la pandemia ha infatti cancellato 105  miliardi di euro di consumi, una cifra che, da sola, ha comportato una riduzione del PIL del 6,1%. A  stimarlo è Confesercenti. Relativamente alla Toscana questo significa che, se nel 2020, il calo dei  consumi è stimato in circa 7 miliardi di €, per il primo trimestre 2021 questo significa una ulteriore  contrazione stimata in 1,2-1,5 mld di € 

Leggi

Presidente Conte, contributi subito alle imprese altrimenti siamo distrutti. Stavolta niente alibi

Come Confesercenti, abbiamo chiesto e chiederemo con forza e in tutte le sedi possibili, che per tutte queste imprese, entro poche ore, arrivino veri e proporzionati contributi di ristoro e dopo, solo dopo, i divieti . Questa volta, per le imprese del commercio, turismo e servizi, già pesantemente provate da mesi difficilissimi, non ci può essere altra versione accettabile

Leggi

Saldi invernali 2018 dal 5 gennaio, Confesercenti Toscana: necessario un cambio di passo

Una continua corsa al prezzo più basso ed una specie di gara a chi la spara più grossa è la prassi comune degli ultimi tempi; si va da sconti del 30%, passando dal 50% per arrivare al 70%, poi il Mid Season Sales e poi ancora il Black Friday ed il Cyber Monday e nel mondo online ci sono gli outlet che espongono svariate volte i prezzi; il tutto è diventato veramente poco credibile

Leggi

Firenze, commercio, turismo e servizi: più 2,2% lwe previsioni del fatturato al 30 settembre 2016

La crescita è ancora abbastanza lenta, e soprattutto rimane inalterato il quadro di doppia velocità già intravisto negli ultimi tempi: bene turismo (+ 2) e food (+2,90 pubblici esercizi; +3,50 ristoranti e pizzerie); e commercio tradizionale diviso tra segnali positivi e negativi (+1,5 quello alimentare e -0,6 il non alimentare). A metà strada servizi (agenti di commercio + 1,40; agenzie immobiliari +1,90).

Leggi