Economia: Standard &Poor’s declassa l’Italia. Il Bel Paese è a «livello spazzatura»

Ancora un giudizio pesantemente negativo da parte dell’Agenzia di rating americana. L’italia è retrocessa alla classe BBB-. il che vuol dire che la classificazione prossima, in caso di ulteriore discesa, sarà quella che i tecnici definiscono ‘livello spazzatura’, con ricadute estremamente negative per i nostri Bot e Btp e, in definitiva, per il debito pubblico

Leggi

Censis, De Rita: «L’italia è un Paese che non rischia e non investe più». Ha il «capitale inagito»

Tracciato il quadro della situazione italiana e delle prospettive. Quest’anno l’accento è posto sul disagio dei giovani, sulle loro incerte prospettive occupazionali, sulla necessità di un intervento della politica. E non manca una critica, sia pure alta alta, agli industriali che preferiscono la rendita agli investimenti produttivi

Leggi

Governo Renzi malato di … fiducia: nessuno l’ha chiesta così tante volte al Parlamento

Tutti i Governi, nella storia della Repubblica, hanno fatto ricorso al voto di fiducia per l’approvazione di leggi quando non si sentivano sicuri della loro maggioranza. Ma il primato, che molti pensavano spettasse ai governi guidati da Berlusconi, spetta invece a quello abbastanza fresco di Renzi, che finora l’ha posta addirittura 29 volte, soprattutto per gli scricchiolii nel Pd

Leggi

Lavoro, Jobs Act: dopo il sì del Parlamento, mancano i decreti attuativi per far scattare i licenziamenti

La riforma del mercato del lavoro, il cosiddetto Jobs act, è stata definitivamente approvata, ma non è ancora efficace. I suoi principi, compresi quelli in tema di licenziamenti (art.18) saranno applicabili soltanto nel momento in cui il Governo approverà i decreti che consentiranno l’applicazione in concreto della normativa, definendone in dettaglio le modalità di attuazione. In passato però molte riforme sono state rallentate dall’incapacità della burocrazia di provvedere tempestivamente

Leggi