Mondiali 2014, per il Brasile è sciagura nazionale. La straripante Germania (1-7) va in finale e fa piangere un intero Paese

Un disastro nazionale, per i brasiliani, assai peggiore della sconfitta del 1950 contro l’Uruguay. Dopo il Maracanazo (lo stadio di Rio de Janeiro, teatro della sconfitta di 64 anni fa) arriva il Mineirazo (lo stadio di Belo Horizonte, quello della disfatta). Un dramma sportivo che va oltre il gioco del calcio. Proteste contro la presidente Dilma Roussef che ora rischia molto alle prossime elezioni. Yedeschi rullo compressore. Klose supercannoniere mondiale. Oggi (diretta tv alle 22) l’altra semifinale: Argentina-Olanda

Leggi