archivio autori

Stefano Mugnai

Stefano Mugnai

Coordinatore di Forza Italia per la Toscana

I dem hanno chiesto la presidenza per Bambagioni

Caso Forteto: il Pd dice sì alla nuova commissione d’inchiesta. Ora chiariamo tutto

di Stefano Mugnai - - Cronaca, Lente d'Ingrandimento, Politica

Stefano Mugnai 40x40

Mi pareva di ricordare che anche di recente da più parti, ed anche dal Pd, si era riconosciuto che la prima commissione sul Forteto, pur presieduta da un esponente di opposizione, avesse fatto un lavoro importante e non strumentale. Certi comportamenti tradiscono un certo imbarazzo

Asl che devono chiudere nel 2015 danno incarichi fino al 2018

Sanità toscana: si taglia il personale, si salvano i dirigenti

di Stefano Mugnai - - Cronaca, Economia, Lente d'Ingrandimento, Politica

La proposta di legge di riforma del sistema sanitario regionale del governatore della Toscana, Enrico Rossi, e dell’assessore alla sanità, Luigi Marroni, è un refuso della politica, dove si asseriscono verità smentite dalla realtà quotidiana e si fanno passare per tagli alla governance semplici cambi di etichette e di profili contrattuali. Per poi alla fine […]

L'accusa alla Regione del presidente della commissione d'inchiesta

Toscana, immobili Asl: spreco da 700 milioni. Patrimonio fuori mercato

di Stefano Mugnai - - Cronaca, Economia, Lente d'Ingrandimento, Politica

Conduzione incerta e tempi di reazione troppo lenti rispetto al mercato condannano i gioielli del patrimonio a degrado e predazioni. Le operazioni a buon fine per caso. Raramente abbiamo in commissione ricostruzioni coerenti tra loro e rispetto alla realtà dei fatti

«La ventilata riforma sanitaria è fuffa utile a chiudere (forse) i bilanci»

«La Regione punto di riferimento per i cittadini? Sì, ma dei loro anatemi»

di Stefano Mugnai - - Cronaca, Economia, Lente d'Ingrandimento, Politica

La Regione è diventata un punto di riferimento per i cittadini toscani? Eccome, ma per i loro anatemi… e non gli si può nemmeno dare torto se si pensa alla materia sanitaria che di tutti questi documenti occupa cinque soli articoli in cui la sola cosa chiara è lo stanziamento per consentire agli Estav di […]

Dall'1 gennaio 2015 saranno senza l'accreditamento che viene invece preteso dai privati

Sanità toscana, clamoroso: Careggi, le Scotte, Cisanello e l’Asl di Massa fuori regola

di Stefano Mugnai - - Cronaca, Lente d'Ingrandimento, Politica

L’accreditamento è previsto dalle norme regionali e serve per garantire il possesso di una pluralità di requisiti indispensabili sia in termini di sicurezza che di efficienza nei servizi. Ebbene: tutte le strutture private e pubbliche sanitarie e di servizi alle persona si sarebbero dovute accreditare. I privati l’hanno fatto, mentre alcune strutture pubbliche no, nonostante avessero avuto più tempo e un percorso più semplice