Articoli sul tema ‘Brexit’

Respinti i suoi tre tentativi di far passare l'accordo con Bruxelles

Brexit: Theresa May in lacrime, «Mi dimetto». Dalla guida del partito e da primo ministro

di Sandro Bennucci - - Cronaca, Economia, il Blog di Sandro Bennucci, Politica, Primo piano

Dimissioni da leader del partito conservatore fissate per il 7 giugno, esprimendo rammarico per non essere riuscita ad attuare la Brexit e affidandone la realizzazione al suo successore alla guida dei Tory, che dovrà essere eletto nelle successive settimane per poi subentrarle come primo ministro a Downing Street. Corbyn chiede elezioni immediate nel Regno Unito

Londra, Brexit: Camera dei comuni decide, niente no deal, a costo di partecipare alle elezioni europee

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

LONDRA – Niente no deal, anche a costo di dover chiedere a Bruxelles un rinvio prolungato della Brexit e, se concesso, di dover partecipare alle elezioni Europee. Lo ha deciso stanotte la Camera dei Comuni britannica, imponendo al governo con un maggioranza trasversale di appena un voto – 313 a 312 – una legge ad […]

La premier in grave difficoltà

Brexit: May apre al compromesso con Corbyn. Lui: felice d’incontrarla. Ma è resa dei conti in casa Tory

di Sandro Bennucci - - Cronaca, Economia, il Blog di Sandro Bennucci, Politica, Top News

Theresa May ha aperto, con un discorso alla nazione, a un compromesso con il leader laburista Jeremy Corbyn per trovare una proposta di accordo condiviso sulla Brexit in grado di ottenere la maggioranza in Parlamento. La premier Tory non ha escluso il no deal a priori, ma ha insistito sul divorzio con un accordo come la soluzione migliore

Le regole da stabilire per l'uscita del regno Unito

Brexit: senza accordo problemi a Londra per mezzo milione d’italiani e 3 milioni di europei

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Lente d'Ingrandimento, Politica

Il governo italiano, con il decreto legge sulla Brexit, ha disposto alcune misure urgenti per la tutela dei suoi cittadini, autorizzando 3,5 milioni di euro di spesa su due anni per adeguare gli uffici consolari alle esigenze e altri fondi