Piombino: 3mila in piazza contro il rigassificatore. Ma Giani darà il via libera nella conferenza dei servizi

Più di tremila persona in piazza, a Piombino, contro il rigassificatore. Preso di mira Eugenio Giani, presidente della Regione e commissario incaricato dal governo. “Questa è la risposta dei piombinesi contro l’arroganza del commissario Giani che non ci ha voluto incontrare. Giani dimettiti. Piombino non molla, Giani faccia quel che vuole, giù le mani dalla nostra città”

Leggi

Inverno 2022-23: taglialegna al lavoro. E’ record di richieste, come nella seconda guerra mondiale

In Toscana, regione fra le più boscate d’Italia, si fa strada un’emergenza da tempo di guerra: la necessità di tagliare alberi per far legna. E’ vero che il prezzo del gas è sceso a 115 euro e che Ursula von der Leyen ha fatto sapere che “siamo al sicuro per l’inverno”. Ma è altrettanto che l’idea di scaldarsi accanto al camino è una delle più confortanti

Leggi

Berlusconi: “L’amico Putin mi ha regalato 20 bottiglie di vodka per il compleanno. Io gli ho spedito lambrusco”. Ma Tajani smentisce

Ma davvero Silvio Berlusconi ha riallacciato i rapporti con Putin? “No, ho raccontato una storiella…”. Il Cavaliere, lasciando la Camera, risponde così in merito alle parole trapelate dalla riunione dei deputati azzurri su uno scambio di regali (vodka e lambrusco) e lettere affettuose con il presidente della Federazione russa

Leggi

Paola Egonu dopo il bronzo al Mondiale: “Non lascio la Nazionale, ma sono italiana ed esigo rispetto”. La solidarietà di Draghi

La sua foto con il broncio, sulle prime pagine di oggi, 16 ottobre 2022, dopo il terzo posto al mondiale di Volley (vinto dalla Serbia in finale grazie al 3-0 inflitto al Brasile), la fa sorridere. Ma Paola Egonu è arrabbiata. Dice: “Ogni volta vengo presa di mira, fa male essere attaccata perché io ci metto sempre il cuore e non manco mai di rispetto”

Leggi

Cortona: carabinieri recuperano dipinto del ‘500 trafugato. La riconsegna alla chiesa di Santa Maria delle Grazie

L’opera è dell’artista rinascimentale fiorentino Jacopo di Giovanni di Francesco detto Jacone (1495-1554). Grazie ad un lavoro certosino dei carabinieri della sezione antiquariato del Reparto Tutela patrimonio culturale è stato possibile ritrovare il dipinto, una tela a olio, e restituirlo. Lo hanno individuato con la consueta attività di verifica del mercato antiquario con controlli sulle transazioni realizzate da una casa d’aste romana

Leggi