Tav, l’architetto Zita si difende difronte alla commissione regionale

Ritengo di aver agito sempre in modo responsabile, nell’interesse della collettività, applicando correttamente le norme e garantendo il necessario supporto tecnico per le decisioni dell’organo politico. E’ quanto scritto nella memoria dell’architetto Fabio Zita, il dirigente della Regione Toscana sostituito nell’incarico di responsabile del settore Via. Della vicenda si sono interessati i magistrati dell’inchiesta Tav a Firenze.

Leggi