Articoli sul tema ‘Concordia’

Insorte le parti civili: «Pene da abuso edilizio»

Concordia: prime condanne, 5 patteggiamenti

di Massimiliano Mantiloni - - Cronaca

Ecco le prime condanne del tribunale di Grosseto per i 32 morti del naufragio della Concordia e non mancano critiche e polemiche. Soddisfatta la procura, convinto il gup, ci sono ora forti critiche convergenti ai patteggiamenti di cinque co-indagati di Schettino, mosse sia dalla sua difesa, sia dalle parti civili insorte per l’entità delle condanne definite vergognose: la più alta a 2 anni e 10 mesi.

Ufficiali, timoniere, hotel director ed il capo dell’unità di crisi

Concordia, prime condanne per i 32 morti

di Massimiliano Mantiloni - - Cronaca

Prime condanne per i 32 morti nel naufragio della Costa Concordia. Il gup di Grosseto ha confermato tutti i patteggiamenti per 5 co-indagati con Schettino: gli ufficiali Ciro Ambrosio e Silvia Coronica, il timoniere indonesiano Jacob Rusli Bin, l’hotel director Manrico Giampedroni e il capo dell’unità di crisi di Costa Crociere Roberto Ferrarini.

Ufficiali, timoniere, hotel director ed il capo dell’unità di crisi

Concordia, oggi 5 patteggiamenti

di Massimiliano Mantiloni - - Cronaca

Mentre il processo a Francesco Schettino è stato aggiornato al 23 settembre prossimo, oggi si tiene l’udienza davanti al gup di Grosseto, Pietro Molino, relativo alla richiesta di patteggiamento degli altri 5 indagati nell’ambito del processo sul naufragio della Costa Concordia avvenuto il 13 gennaio 2012 al Giglio.

«Detti ordini precisi ma la manovra non riuscì»

Concordia, Schettino: «Qualcuno in plancia ebbe paura»

di Massimiliano Mantiloni - - Cronaca

Bisognerebbe capire cosa è successo al timone: ho impartito ordini precisi e chiari, che sono agli atti, ma qualcuno forse ebbe paura. Il timoniere li ha recepiti poi ho sentito come un colpo e la nave è andata in altra direzione, la manovra non riuscì: così Francesco Schettino ha anticipato alcuni punti della sua difesa in merito ai fatti del 13 gennaio 2012.

I video delle telecamere di sorveglianza

Concordia, il Tribunale ammette nuove prove

di Massimiliano Mantiloni - - Cronaca

Seconda giornata a Grosseto al processo per il naufragio della Costa Concordia il 13 gennaio 2012 nelle acque del Giglio. Il Tribunale ha ammesso nuove prove della Procura: tra queste i video di bordo registrati dalle telecamere di sorveglianza del servizio di security. Schettino si è fatto un film tutto suo, attacca il procuratore Verusio, Riuscirò a dimostrare le mie ragioni spiega l’ex comandante.

«La pena era assolutamente inadeguata» ha detto il Procuratore Verusio

Concordia, la Procura di Grosseto nega il patteggiamento a Schettino

di Massimiliano Mantiloni - - Cronaca

No. E’ la risposta che la Procura di Grosseto ha dato alla richiesta di patteggiamento avanzata dalla difesa di Francesco Schettino. Una richiesta di pena a 3 anni e 5 mesi al processo per il naufragio della Concordia avvenuto il 13 gennaio 2012 al Giglio. Parere contrario quello della Procura maremmana dunque, adesso deciderà il tribunale.

Lo ha annunciato la difesa dell’ex comandante

Concordia, Schettino chiederà patteggiamento a 3 anni e 5 mesi

di Redazione - - Cronaca

Processo per il naufragio della Concordia, al Teatro Moderno di Grosseto, che si anima subito prima dell’inizio: la difesa dell’ex comandante Francesco Schettino annuncia la richiesta del patteggiamento per il proprio assistito: Chiederemo il patteggiamento a 3 anni e 5 mesi, ha fatto sapere l’avvocato Donato Laino. La precedente richiesta di patteggiamento era stata respinta a maggio dal gup grossetano.

Udienza-lampo a causa dello sciopero degli avvocati

Concordia, Schettino in aula ma udienza rinviata al 17 luglio

di Redazione - - Cronaca

Concordia, riprende il processo di Grosseto a carico di Schettino

Prima udienza lampo stamani al Teatro Moderno di Grosseto per il processo sul naufragio della Costa Concordia: per lo sciopero degli avvocati dopo 15 minuti è stata rinviata al 17 luglio. In aula anche l’unico imputato, Francesco Schettino, e, a sorpresa, Domnica Cemortan, la giovane moldava che era con lui quando il comandante abbandonò la nave.