Articoli sul tema ‘crisi’

Domani alla Scuola di Scienze Aziendali di Firenze

“Sindacal Game”, gli studenti simulano una vertenza per gioco

di Giulia Ghizzani - - Economia

La trattativa sindacale diventa un gioco a Firenze (foto, fonte: Scuola di Scienze Azienali Firenze)

Una simulazione di una trattativa sindacale vera e propria, orientata, ogni anno, ai settori più esposti alle ristrutturazioni. E’ il ‘Sindacal Game’ dedicato alla nautica di lusso: imprese della costa toscana che competono sulla qualità del prodotto in tutto il mondo. Quale esame più appropriato per il corso in relazioni industriali della Scuola Scienze Aziendali di Firenze, che non simulare con gli studenti una trattativa sindacale? L’appuntamento è per domani dalle 9 alle 18.

Nel 2012 aumento dei cassaintegrati

La rivolta dei lavoratori delle cooperative sociali: “Pagateci, ci state rovinando” (Video)

di stefania ressa - - Cronaca

Il presidio dei lavoratori delle cooperative sociali in via Cavour

‘Noi siamo lavoratori delle cooperative, lavoriamo negli asili, nelle scuole, nelle case di riposo, nei centri handicap, con gli emarginati. Se tagliano il nostro lavoro tagliano i servizi sociali e sanitari di questo territorio. Per questo chiediamo alle istituzioni fiorentine appalti dignitosi, servizi dignitosi e stipendi dignitosi’.

"Vogliamo il Contratto Nazionale"

Dipendenti delle mense in sciopero, via Cavour sotto assedio (Video)

di stefania ressa - - Cronaca

Sciopero dei lavoratori e soprattutto lavoratrici delle mense contro la riforma del Contratto Nazionale

Fischi, cartelloni, striscioni sventolati, cappelli da cuoco e un grido all’unisono: ‘Vogliamo il Contratto, vogliamo il contratto’. Erano decine i lavoratori e soprattutto le lavoratrici delle mense in appalto di Firenze e provincia (universitarie, scolastiche, aziendali) che questa mattina hanno incrociato le braccia di fronte alla Prefettura in via Cavour. Come loro, di fronte al Battistero, si è tenuto il presidio dei lavoratori delle aziende in crisi Seves e Ginori.

Formazione contro disoccupazione

Provincia di Firenze e Confartigianato “laureano” come pizzaioli 10 disoccupati

di Redazione - - Cronaca

I nuovi pizzaioli professionisti

Si chiamano Marco Bianchi, Elisabetta Coppini, Gianfranco Guadagno, Karim Abdul Hafiz Mabdul, Gina Pagni, Elisabetta Presti, Guido Pucci, Antonino Risica, Alessio Spanu, Francesco Varano, hanno dai 28 ai 63 anni e provengono da Campi Bisenzio, Firenze, Lastra a Signa, Monteverdi Marittimo, Sesto Fiorentino e Vinci. Sono i dieci aspiranti-pizzaioli che, dopo aver frequentato gratuitamente un apposito corso di formazione organizzato da Confartigianato e Provincia di Firenze sono diventati professionisti a tutti gli effetti.

Bechi: "Pressione fiscale alle stelle"

Imu e Tares, alberghi a rischio tracollo

di Giulia Ghizzani - - Economia

La pressione fiscale rischia di far tracollare il settore ricettivo italiano e fiorentino: la denuncia arriva dal presidente di Aia Federalberghi Firenze, Francesco Bechi, che punta il dito contro l’Imu e la Tares, la nuova tassa sui rifiuti. “Chiediamo impegno ai nostri amministratori affinché un settore strategico per Firenze come quello alberghiero venga tutelato. E’ un momento di grande sofferenza per le imprese del comparto”, rimarca Bechi.

dati di Confesercenti

Imprese toscane a picco ma a Firenze c’è chi investe ancora

di stefania ressa - - Economia

L'impresa presenta il conto (da sinistra Massimo Biagioni, Direttore Confesercenti Toscana, Nico Gronchi, Presidente provinciale Confesercenti e Alberto Marini, Direttore provinciale Confesercenti)

Le imprese che nel 2012-2013 hanno chiuso i battenti in Toscana superano quelle iscritte di 1.717 unità. Un dato allarmante, lo definisce Confesercenti, che oggi ha tracciato un quadro tutt’altro che roseo sull’andamento della piccola e media impresa nel Granducato. Non mancano, tuttavia, esempi positivi. Piazza Dalmazia, ad esempio, conta ad oggi nuovi arrivi. Alla faccia della crisi.

RAPPORTO UNIONCAMERE

In “rosso” un’impresa manifatturiera su cinque

di Marco Bastiani - - Economia

In rosso un'impresa manifatturiera su cinque

Una impresa manifatturiera su cinque in Toscana ha chiuso il 2012 con margini operativi lordi negativi. In pratica, va male il 20 per cento delle società, mentre l’anno precedente questo dato era fermo all’8,8 per cento. Le stime dell’Osservatorio di Unioncamere Toscana sui bilanci delle società di capitale non sono incoraggianti. Anche perché è salita sensibilmente la richiesta di Cassa integrazione, aumentata del 40 per cento.