Articoli sul tema ‘editoria’

Aveva 81 anni

Libri: morto a Firenze Piero Gelli. Fu editore di Pasolini, Gadda, Oriana Fallaci

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Cultura, Libri

E’ morto a Firenze Piero Gelli, grande protagonista dell’Editoria. Aveva 81 anni. Era stato l’editore di Pier Paolo Pasolini e di Carlo Emilio Gadda, ma seguì anche Oriana Fallaci. Figura di spicco del mondo editoriale italiano, dove era considerato un gentiluomo – è stato direttore editoriale di Garzanti, poi della Rizzoli, di Einaudi e, infine, di Baldini & Castoldi – se n’è andato la notte scorsa, fra venerdì 8 e sabato 9 aprile

Ritorno a casa

Editoria: gli Agnelli si riprendono La Stampa. E anche La Repubblica. Per 102 milioni

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Economia, Eventi

Exor, di Elkann e degli Agnelli,  ha siglato con Cir del gruppo De Benedetti, l’accordo per rilevare il 43,78% di Gedi a 0,46 euro per azione con un esborso di 102,4 milioni. Al termine dell’operazione, da realizzare tramite una società di nuova costituzione verrà lanciata un’opa allo stesso prezzo. Cir reinvestirà nella nuova società per una quota pari al 5% di Gedi

Venerdì 10 maggio

Firenze e Reggello: al via la quarta edizione del «ViceVersa» italiano-francese

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Eventi, Top News

Un evento internazionale dedicato al mondo della traduzione editoriale, che approda per la prima volta in Italia. A Reggello l’incontro di una settimana fra traduttori, a Palazzo Medici Riccardi e alle Murate di Firenze gli eventi aperti al pubblico, che fanno parte del programma Il Maggio dei Libri

Aveva 85 anni

Morto Ciarrapico: una vita fra editoria e acque minerali. E’ stato amico di Andreotti e presidente della Roma

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Negli anni ottanta divenne presidente delle terme di Fiuggi. Soprannominato in quegli anni il Re delle acque minerali, proprio per la proprietà delle grandi terme, organizzò un premio internazionale il Premio Fiuggi, che vide la presenza del presidente sovietico Michail Gorbaciov, in quegli anni protagonista della perestrojka. Facevano parte del suo impero anche la società di acque minerali Recoaro, diverse cliniche romane

L'abbaglio del viceministro Garavaglia

Manovra, editoria: il governo condanna l’informazione. No in extremis a odg del Pd

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Economia, Politica

Il governo dà parere contrario sull’ordine del giorno del Pd alla manovra che lo avrebbe impegnato, se approvato dall’Aula, a valutare gli effetti dell’applicazione delle norme sull’editoria contenute nella manovra ed eventualmente ristabilire le precedenti condizioni per tutelare la libertà di stampa ed evitare di colpire il pluralismo dell’informazione

Aveva 87 anni

Libri: morta Inge Feltrinelli. Da fotoreporter a regina dell’editoria, moglie di Giangiacomo (cadavere a Segrate nel 1972)

di Gilda Giusti - - Cronaca, Cultura, Libri, Top News

Dopo la morte mai chiarita del marito, trovato carbonizzato da un’esplosione ai piedi di un traliccio dell’alta tensione, a Segrate nel 1972, Inge prese le redini della casa editrice fondata da Giangiacomo nel 1954. Nuova, controcorrente, era la casa editrice che nel 1957 pubblicò il Dottor Zivago di Boris Pasternàk, la cui uscita venne ostacolata in Russia e osteggiata dal partito comunista in Italia

Per il Fallimento de Il Giornale della Toscana

Editoria, il pm: «Condannare Denis Verdini a tre anni per bancarotta fraudolenta»

di Redazione - - Cronaca, Top News

Verdini ha affermato: «Io a questo giornale ho solo dato, ho versato soldi, dall’inizio alla fine per tenerlo in vita. Dispiace che alla fine sia arrivato comunque al fallimento nonostante lo sforzo. Alla fine siamo arrivati comunque al fallimento – ha detto ancora Verdini – perché sono stati sospesi i contributi pubblici»

L'annuncio durante gli auguri ai giornalisti

Editoria, Nardella: «Dal primo gennaio a Firenze locandine giornali gratis nei bar»

di Redazione - - Cronaca, Economia, Top News

«Questo va ad aggiungersi agli sgravi fiscali alle edicole che, prima città italiana, abbiamo già varato nei mesi scorsi. E’ un peccato però – ha poi scherzato Nardella – che di solito le locandine siano contro il sindaco… Questo è un piccolo gesto – ha quindi concluso – speriamo che possa essere utile e che altre città ci seguano». Sgravi fiscali