Articoli sul tema ‘fmi’

Incertezza globale da affrontare con decisione

Allarme Fmi: l’Italia paga debolezze mondiali. Ma è urgente la riforma fiscale

di Giovambattista Palumbo - - Cronaca, Economia, Fisco, Lente d'Ingrandimento

Si conferma la necessità di riforme strutturali, partendo, per esempio, proprio da quella fiscale, da usare come strumento per far emergere l’imponibile (in un Paese con un’evasione ad almeno 150 miliardi di Euro), rilanciare le imprese e gli investimenti e ridurre la pressione tributaria, partendo anche dal costo del lavoro

Gli esperti del FMI, anche a detta di Juncker, non sono più credibili

Reddito di cittadinanza: dure critiche del FMI. La replica di Di Maio

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

L’Fmi invita l’esecutivo a valutare la transizione dal Rei al reddito di cittadinanza tenuto conto che vista la forte evasione fiscale e le dimensioni dell’economia sommersa, sarà necessaria una grande attenzione per garantire la corretta destinazione degli incentivi

Botta e risposta fra Roma e il vertice sulle Alpi svizzere

Davos: Fmi mette l’Italia fra i rischi mondiali. Salvini: «Loro sono una minaccia, sbagliano sempre»

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

«In Europa continua la suspence su Brexit, e il costoso intreccio fra rischi sovrani e rischi finanziari in Italia rimane una minaccia», ha detto il direttore della Ricerca del Fmi Gita Gopinath. Matteo Salvini, è immediata: «Italia minaccia e rischio per l’economia globale? Piuttosto è il Fmi che è una minaccia per l’economia mondiale, una storia di ricette economiche coronata da previsioni errate, pochi successi e molti disastri».

Da prendere con le molle

Pensioni: FMI, la spesa in Italia crescerà di due punti del Pil entro il 2050. Occorrono altre riforme

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Questi i dogmi degli esperti del Fondo Monetario Internazionale, le cui teorie hanno ispirato la politica fallimentare di austerità portata avanti dall’Ue negli ultimi 10 anni, politica che, come il presidente Juncker ha riconosciuto proprio ieri 15 gennaio, ha causato disastri in alcuni Paesi