Articoli sul tema ‘Galleria degli Uffizi’

Domenica 22 aprile alle 17

Firenze: all’Oratorio di Santa Caterina una mostra degli Uffizi sulle musiciste del Cinque-Seicento e un concerto con L’Homme Armé

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

L'Homme Armé

L’Ensemble è per l’occasione composto da Elena Cecchi Fedi, soprano solista, Alfonso Fedi, clavicembalo, Francesco Tomei, viola da gamba, Luigi Cozzolino, violino, Gian Luca Lastraioli, liuto e direzione ed esegue musiche di Francesca Caccini detta la Cecchina (1587- post 1641?), figlia e allieva di Giulio Caccini

Per la Festa della Donna

Firenze, 8 marzo: musei gratis per le donne e agli Uffizi doppia mostra in rosa. E all’Abetone sciano con un 1 euro

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Il Corridoio Vasariano visto dalla Galleria degli Uffizi

Nella sala del Camino degli Uffizi e nell’adiacente sala Detti si inaugura una retrospettiva della pittrice del Seicento Elisabetta Sirani; a Palazzo Pitti esposizione dedicata alla scultrice sarda Maria Lai, scomparsa nel 2013; entrambe le mostre resteranno fino a giugno

Dopo l'idea del sindaco Nardella, suggeriamo una richiesta

Uffizi 2 a Shanghai? Sì, se i cinesi contribuiranno a restaurare il patrimonio d’arte di Firenze

di Sandro Bennucci - - Cronaca, Cultura, Economia, il Blog di Sandro Bennucci, Lente d'Ingrandimento, Politica

L’ipotesi di aprire una succursale degli Uffizi all’estero venne fuori nel 2009, dopo un viaggio dell’allora presidente della Regione Toscana ad Abu Dhabi. Dove l’11 novembre i francesi apriranno il Louvre 2. Una collaborazione con la Cina potrebbe essere possibile, a patto di ricevere in cambio gli investimenti necessari a mettere in sicurezza il patrimonio d’arte e cultura di Firenze

A segnalarlo è il coordinatore regionale Learco Nencetti

Firenze, Uffizi: per Confsal-Unsa l’uscita di sicurezza per il Corridoio Vasariano c’è già

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Il Corridoio Vasariano visto dalla Galleria degli Uffizi

Il passaggio sarebbe già del demanio. La comunicazione diretta fra Corridoio Vasariano e chiesa venne murata nel 1912, poco dopo che il coretto, in base ad una convenzione, era stato considerato una pertinenza granducale all’interno dell’edificio sacro e concesso in uso temporaneo al parroco.