Esplosione di retorica nei moderni talk-show

di stefania ressa - - Cultura, Lente d'Ingrandimento

Questa sera Matteo Renzi sarà a Ballarò. Il sindaco di Firenze, che in questi giorni ha scatenato decine di battute sul web in seguito al risultato delle ultime elezioni diventando un vero e proprio tormentone, sarà ospite del salotto di Rai 3 e finalmente parlerà. O quantomeno l’augurio è che, dopo il silenzio riservato agli elettori, avanzi proposte e argomenti concreti. Sì, perchè il rischio è che l’appuntamento di questa sera si trasformi – ancora una volta – in un mero atto retorico. Tale l’avrebbe definito Aristotele che con il linguaggio dei moderni talk-show ha più a che fare di quanto pensiate.

Chi veramente agisce per la sicurezza

Fatti chiacchiere e facezie

di Paolo Padoin - - Cronaca, Lente d'Ingrandimento

La sicurezza continua ad essere negletta dalla politica centrale e locale. Le discussioni sulla formazione del nuovo governo, sulle priorità da seguire, sulle alleanze da realizzare o da evitare, hanno caratterizzato in questo periodo il dibattito a livello nazionale.

Successo della Gran Fondo, tra applausi e disagi

Firenze pronta per i mondiali di ciclismo

di Sandro Addario - - Lente d'Ingrandimento, Sport

Come chi è favorevole allo smaltimento dei rifiuti, purché lontano da casa sua. Stessa cosa. Non sono mancati i fiorentini che ieri si sono trovati bloccati dal traffico, con strade chiuse e autobus deviati o addirittura soppressi. E le critiche non si sono fatte mancare. Anche sui social network.

La cura Renzi e la medicina per il Pd

di Marco Bastiani - - il Blog di Marco Bastiani, Lente d'Ingrandimento, Politica

E il quinto giorno, alla fine, parlò. Non poteva durare ulteriormente il silenzio di Matteo Renzi sullo psicodramma che sta colpendo la sinistra italiana: un’elezione vinta in partenza finita con ‘il primo posto ma non la vittoria’, come ha riconosciuto il candidato premier Pierluigi Bersani, e la tendenza a un’alleanza Pd-grillini che all’inizio faceva sorridere e ora fa preoccupare il Paese e non solo.

Ma non sia la fine del bipolarismo

di Marco Bastiani - - il Blog di Marco Bastiani, Lente d'Ingrandimento, Politica

‘Se voti Grillo voti solo uno strillo’, diceva un simpatico banner che girava sui social network in campagna elettorale. A urne chiuse e a risultato (quasi) acclarato, è ormai chiaro che gli italiani hanno strillato parecchio: contro il Pd, che da vincitore assoluto si è trasformato nuovamente in aspirante perdente, contro il Terzo polo che è stato bastonato come mai nessuna rottamazione si sarebbe sognata di fare e anche contro il Pdl che da partito guida del Paese si ritrova oggi nella condizione di aspirare al massimo a un governissimo dai dubbi risultati.