Le varie anime del Pd dibattono sul caso del ministro della Giustizia

Cancellieri ingombro per il Pd

di Paolo Padoin - - il Blog di Paolo Padoin, Lente d'Ingrandimento, Politica

La vicenda della ministra della Giustizia, disinnescata (per ora) in ambito parlamentare, continuerà ad essere una mina vagante per il governo, almeno fino alla discussione della mozione di sfiducia individuale presentata dai grillini. Ma costituirà probabilmente anche un tema di discussione delle varie anime del Pd in questo clima precongressuale.

Presentato a Firenze il nuovo libro di Paolo Armaroli «Lo strano caso di Fini»

Metamorfosi di una repubblica

di Sandro Addario - - Cultura, il Blog di Sandro Addario, Lente d'Ingrandimento, Politica

da sin. Mauro Pagliai, Paolo Armaroli. Giuseppe Morbidelli, Ginevra Cerrina Feroni

Nel suo ultimo saggio, Paolo Armaroli voleva parlare della metamorfosi di Gianfranco Fini ma poi ha puntato diritto anche su quella della repubblica: silenziosa e senza riforme. In un paese che non è più quello delle regole ma delle eccezioni.

Il magistrato si dimette dal sindacato progressista delle toghe

Caselli contro Magistratura democratica

di Paolo Padoin - - Cronaca, Lente d'Ingrandimento

Giancarlo Caselli, procuratore della repubblica di Torino, ha presentato, nello scorso mese d’ ottobre, le sue dimissioni da Magistratura Democratica, di cui è stato uno dei fondatori. Il magistrato non ha digerito affatto che l’Agemda 2014, il sito della corrente progressista delle toghe, abbia ospitato uno scritto di Erri De Luca

Il settimanale Panorama pubblica foto della moglie alla guida su corsie preferenziali

Renzi, il sindaco che inciampa sul codice della strada

di Sandro Addario - - Cronaca, il Blog di Sandro Addario, Lente d'Ingrandimento

L'auto privata del sindaco Renzi sulla corsia preferenziale in viale Europa. Alla guida è la moglie come lei stessa ha confermato

Nel 2010 fu pizzicato da un autovelox. Ora la moglie guida su corsie preferenziali con il pass «servizio istituzionale». Non sembra ci sia molta differenza con chi usa per sé una vettura con il contrassegno invalidi, mentre la persona disabile non è a bordo. Ma il caso è politico e siamo solo all’inizio.