Articoli sul tema ‘L’Homme Armé’

Cosa fare di giorno e di sera

Week end 6-7 luglio a Firenze e in Toscana: Domenica metropolitana, eventi, mostre

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

La Festa di San Romolo a Fiesole con spettacolo gratis al Teatro Romano, Pistoia Blues, il Festival La Versiliana, la chiusura del Festival Inequilibrio a Castiglioncello, la Festa Medievale a Monteriggioni, il concerto dell’Orchestra del Maggio musicale fiorentino diretta da Fabio Luisi alla Chigiana di Siena, Tuck & Patty a Pisa

Giovedì 18 Aprile alle 17

Firenze: alla Villa La Petraia concerto monteverdiano a ingresso libero con L’Homme Armé

di Gilda Giusti - - Cronaca, Cultura

L’Ensemble diretto da Fabio Lombardo è per l’occasione costituito dal soprano Elena Cecchi Fedi e dai tenori Alberto Allegrezza e Paolo Fanciullacci, accompagnati da Alessandra Artifoni al cembalo e Gian Luca Lastraioli alla tiorba e alla chitarra. L’evento rientra fra quelli promossi dalla Regione Toscana nell’ambito della giornata internazionale ICOMOS dei monumenti e dei siti

Sabato 8 e domenica 9 dicembre alle 18.30

Fiesole e Reggello: due appuntamenti con L’Homme Armé in chiusura dei «Concerti al Cenacolo 2018»

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Top News

Entrambi a ingresso libero, il primo è alla Chiesa di Santa Maria Primerana che sovrasta Piazza Mino a Fiesole, l’altro nella pieve romanica dei Santi Pietro e Paolo a Cascia (Reggello), il cui impianto architettonico risale al XII secolo e che nel museo annesso custodisce il Trittico di San Giovenale di Masaccio. Identico il programma: «Flos Florum. Musiche sacre e spirituali all’alba del Rinascimento fiorentino»

Da domenica 21 ottobre a domenica 9 dicembre 2018

Firenze: al via la XXII edizione de «I Concerti al Cenacolo» de L’Homme Armé

di Gilda Giusti - - Cronaca, Cultura

I primi due appuntamenti, nella sede storica sotto l’affresco di Andrea del Sarto a San Salvi, hanno al centro la musica di Giulio Caccini il primo e della figlia Francesca il secondo, musicisti di grande importanza della Firenze medicea. Gli ultimi due, in chiese artisticamente significative dell’area metropolitana, sono a ingresso libero