Primo piano

Fermati all'ingresso di via della Vigna Nuova

Firenze: momenti di tensione fra studenti e forze dell’ordine in centro durante un corteo non autorizzato

di Redazione - - Cronaca, Politica

I ragazzi, circa duecento e molti a volto coperto, parlano di spintoni e di qualche manganellata. A loro volta avrebbero lanciato oggetti contro agenti e carabinieri. L’obiettivo, a quanto pare, era quello di raggiungere i viali per bloccare il traffico. Una volta fermato, il gruppo dei manifestanti ha piegato su via Tornabuoni per raggiungere il liceo Capponi, occupato, dove i giovani sarebbero entrati forzando il portone per riunirsi in assemblea

Le regole valide per tutti gli Stati membri

Legge di stabilità: ecco i poteri dell’Ue per modificare la manovra del governo Renzi

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Unione Europea,

Da ieri, 15 ottobre, la Commissione europea è in possesso delle leggi finanziarie dei vari governi e dovrà valutarle alla luce delle regole del fiscal compact. L’Italia rientra fra i paesi sotto esame, ma sostiene di poter sfuggire alle sanzioni o alle richieste d’integrazione da parte dell’Europa perché si è in presenza di situazione eccezionale e perché ha programmato le riforme strutturali. Vedremo. Il giudizio di Bruxelles dovrebbe arrivare entro fine ottobre

Inviate in GViappone oltre settanta opere d’arte

Firenze: il Rinascimento celebrato a Tokio in una grande mostra sugli Uffizi

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Grazie agli sponsor nipponici è stato possibile finanziare il restauro di una ventina di quadri importanti. Si parte dal Quattrocento e dalla Repubblica fiorentina e si va fino alla Signoria del Medici del Cinquecento inoltrato attraverso le opere di Botticelli (come «Pallade e il Centauro»)

Cinque strade restano interrotte fra Manciano, Albinia e Orbetello

Alluvione in Maremma: ancora decine di sfollati. La rabbia dei residenti: «Come nel 2012, nessuno ci ha avvertito e siamo stati travolti dalla bomba d’acqua»

di Domenico Coviello - - Cronaca, Primo piano

Si contano i danni dopo il devastante nubifragio del 14 ottobre, l’esondazione dell’Elsa e dell’Albegna, e la morte delle sorelle Marisa e Graziella Carletti, travolte dalla piena nella loro auto. La gente è esasperata: «Siamo a spalare il fango dalla nostre case, come 2 anni fa, e ci ritroviamo pieni di debiti»