Primo piano

San Frediano: verso la «rivoluzione» della viabilità

Firenze, piazza del Carmine pedonale dall’11 gennaio. E dal 15 dicembre via il parcheggio al Cestello

di Domenico Coviello - - Cronaca

Piazza del Carmine a Firenze

Da lunedì revoca dei posti auto a pagamento: piazza Cestello sarà solo per i residenti; dal 17 primi provvedimenti al Carmine. Ma cresce la fronda degli abitanti dell’Oltrarno. Che lamentano l’inadeguatezza dei parcheggi alternativi predisposti dal Comune

Rapporto dell'Osservatorio nazionale

Tasse, artigiani in ginocchio per Imu e Tasi: in 3 anni versati quasi 5 miliardi in più per negozi, capannoni e laboratori

di Domenico Coviello - - Cronaca, Economia, Primo piano

Lo sostiene la Cna, secondo cui in soli 36 mesi, da quando c’era solo l’Ici, «la tassazione locale sugli immobili delle imprese è cresciuta di 4,9 miliardi a quota 9,6 miliardi». Ed è a Firenze che, nel 2014, è stata pagata l’imposta più salata da un negozio: 7.363 euro

E vetrina con reliquiari provenienti dal Tesoro dei Medici

Firenze: disegni del Pontorno nel Museo del Tesoro della Basilica di San Lorenzo

di Cristina Degl'Innocenti - - Cronaca, Cultura

Basilica di San Lorenzo

Inaugurazione domenica 14 dicembre. I disegni del Pontormo furono eseguite tra il 1546 e il 1556, quando l’artista stava lavorando ai perduti affreschi del coro di San Lorenzo. Trovati nel Novecento nel corso di due interventi di restauro del Pulpito di Donatello che li conservava al suo interno

I dati al seminario della Fondazione Claudio Ciai

Toscana, incidenti stradali in calo. Ma i morti sono tanti (224). E troppe le strade pericolose

di Domenico Coviello - - Cronaca, Economia

Il tremendo incidente del 28 luglio

Negli ultimi 4 anni si sono verificati il 14% in meno di scontri sulle strade. Un dato che però non basta a far abbassare la guardia, spiega l’assessore regionale ai Trasporti, Vincenzo Ceccarelli. E dall’inizio di quest’anno i decessi per sinistri a Firenze sono già 17

Dall'1 gennaio 2015 saranno senza l'accreditamento che viene invece preteso dai privati

Sanità toscana, clamoroso: Careggi, le Scotte, Cisanello e l’Asl di Massa fuori regola

di Stefano Mugnai - - Cronaca, Lente d'Ingrandimento, Politica

L’accreditamento è previsto dalle norme regionali e serve per garantire il possesso di una pluralità di requisiti indispensabili sia in termini di sicurezza che di efficienza nei servizi. Ebbene: tutte le strutture private e pubbliche sanitarie e di servizi alle persona si sarebbero dovute accreditare. I privati l’hanno fatto, mentre alcune strutture pubbliche no, nonostante avessero avuto più tempo e un percorso più semplice