Primo piano

La più grande manifestazione del dopoguerra contro il terrorismo

Charlie Hebdo: oggi la marcia a Parigi in difesa della libertà. 40 capi di Stato e un milione di persone

di Camillo Cipriani - - Cronaca

Però la situazione tuttavia non è tranquilla. La psicosi attentati resta forte, come dimostrano i falsi allarmi di ieri, sabato 11 gennaio. Per di più la fiducia nell’intelligence francese è colata a picco, visto che tanto i Kouachi che Koulibaly erano notissimi e schedatissimi. Il primo ministro, Manuel Valls, ha ammesso che ci sono state delle «falle» e annuncia riforme. Intanto i giornali scrivono che nelle scuole molti alunni musulmani hanno protestato per il minuto di silenzio osservato dopo la strage a «Charlie Hebdo». E questo è forse ancora più preoccupante

Si parlava d'imminente attacco nella città della Torre pendente

Pisa: spunta un video con minacce attribuito all’Isis. Ma è ritenuto un falso

di Redazione - - Cronaca, Politica

Pisa, piazza dei Miracoli

Il messaggio non sarebbe attribuibile allo Stato islamico. Si tratterebbe di una sequenza già pubblicata in rete nel dicembre scorso, in quell’occasione con sottotitoli in lingua bosniaca. La voce in arabo sullo sfondo sarebbe quella del portavoce dell’Isis, Abu al Adnani, nel ‘discorso’ di minacce agli alleati degli Usa, pubblicato il 21 settembre dello scorso anno

Il civatiano Modica per sfidarlo deve raccogliere 9 mila in firme in 15 giorni

Toscana, primarie Pd per la presidenza della Regione: Rossi in poltrona (con bomba sotto?)

di Domenico Coviello - - Cronaca, Politica

Le regole fissate dal partito sembrano dare poche chance a chi vuol contendere la candidatura al governatore in carica, ma il tentativo sarà fatto. E questo provoca fibrillazioni. L’ex sottosegretario di Prodi attacca: «Enrico, se stati zitto aiuti l’antipolitica»

Neto fuori per infortunio. Out anche Aquilani

Fiorentina-Palermo (oggi ore 15, diretta su Sky e Mp). E’ vietato sbagliare. Montella: «E Gomez ora si arrabbi»

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

Vincenzo Montella

Verso la conferma della difesa a tre. Il tecnico: «Il tedesco deve sbloccarsi piu’ che scusarsi. Diamanti ci farà comodo ma sarà a disposizione dalla settimana prossima. Occhio ai rosanero, hanno entusiasmo e Dybala… mi somiglia». Polemica con l’nter per i tanti acquisti in barba al fair play finanziario

I dati Istat del terzo trimestre 2014

Tasse, spesa pubblica e reddito in aumento: consumi in calo. Sforato il 3% deficit-pil. Débâcle del governo

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Lente d'Ingrandimento, Politica

Sconfessate le promesse di Matteo Renzi. Gli italiani aumentano la propensione al risparmio ma non rilanciano i consumi, la spesa pubblica cresce sempre più, le tasse sono cresciute. Il rapporto deficit – Pil sfora il limite imposto dall’UE