Primo piano

Parla Calamai, cappellaio del mercato

Roberto, una vita tra i banchi di San Lorenzo: “Ho servito anche il re della Malesia”

di Giulia Ghizzani - - Cronaca

Parla Roberto Calamai, cappellaio di San Lorenzo

Una vita passata tra i banchi del mercato di San Lorenzo, tra episodi divertenti e difficoltà: è l’esperienza di Roberto Calamai, venditore di cappelli e ambulante, che si racconta a Firenze Post. “Ci sono stati molti problemi in passato: quello che stiamo vivendo, però, è forse il periodo più difficile per noi, ma non ci abbattiamo”, commenta il commerciante. “Io amo il contatto con la gente, questo mestiere è perfetto da questo punto di vista”, sostiene Roberto, che descrive, con un sorriso, il giorno in cui ha servito il re della Malesia…

Verso il Conclave

Vaticano, quello strano legame fra Celestino V e Benedetto XVI

di Mirella Mugno - - Cronaca

Benedetto XVI davanti alla teca di Celestino V

Benedetto XVI ha recitato l’ultimo Angelus del suo pontificato domenica 24 febbraio davanti ad una moltitudine commossa di fedeli. Il giorno primo era cominciata la ricognizione sulle spoglie di Celestino V prelevate il 21 febbraio dalla Basilica di Collemaggio all’Aquila, dove Ratzinger si era recato dopo il sisma del 2009 e aveva lasciato in dono il prezioso pallio, e portate in un luogo segreto.

Partita dal 1 marzo la nuova imposta sulle transazioni azionarie

Tobin tax, chi era costui?

di Piero Corradini - - Economia

Introdotta lo scorso anno dalla legge di stabilità, la nuova imposta è appena partita dal 1° marzo e la prima scadenza sarà il 16 luglio prossimo. Chiunque In Italia compra azioni italiane viene tassato allo 0,12% (0,10% nel prossimo anno) o allo 0,22% (0,20% nel 2014) se l’acquisto avviene al di fuori della Borsa.

Incertezza fino all'ultimo sui nomi. Lucchesi in pole position

L’Ente Cassa di Risparmio pronta a eleggere il vicepresidente

di Sandro Addario - - Economia

Conto alla rovescia all’Ente Cassa di Risparmio di Firenze per la nomina del vice presidente. Per domani mattina è stato convocato il consiglio di amministrazione, nel cui ordine del giorno è inclusa l’elezione del consigliere che farà da “vicario” al neo presidente Giampiero Maracchi, eletto il 14 febbraio scorso. Salvo sorprese sarà così completato il rinnovo del vertice dell’Ente, dopo l’uscita del presidente Jacopo Mazzei, sostituito dal suo vice Maracchi.

Il presidente di Confindustria

Bettini: “Suicidio degli imprenditori, emergenza nel Paese”

di Redazione - - Economia

Simone Bettini, presidente di Confindustria Firenze

‘Quella degli imprenditori che si suicidano per problemi economici è ormai un’emergenza. E’ evidente che alle persone viene a finire la speranza, la tranquillità familiare, ma noi diciamo loro che la speranza non va mai perduta’. L’allarme lo lancia il presidente di Confindustria Firenze, Simone Bettini, dopo gli episodi avvenuti nel Paese nelle ultime settimane.

Tav, aeroporto e i “grillerendum”

di Marco Bastiani - - il Blog di Marco Bastiani, Lente d'Ingrandimento, Politica

Il referendum nella storia italiana è stata una cosa seria. Nel 1946 il Paese ha optato per la Repubblica invece che per la monarchia, nel 1974 ha sancito la possibilità di divorziare rispetto all’indissolubilità del matrimonio, nel 1981 si è concretizzata la libera scelta della donna sull’impossibilità di interrompere la gravidanza.

Via Cgil e partiti dal corteo Anpi

Due cortei a Firenze, traffico bloccato sui viali

di Redazione - - Cronaca

Corteo Anpi e antagonisti a Firenze (Foto Matteo Bovo)

Traffico bloccato sui viali di circonvallazione per il contro-corteo di Anpi e antagonisti. Una manifestazione di protesta per un altro corteo, in memoria dei martiri delle foibe. Quest’ultimo è stato organizzato da Fratelli d’Italia, da La Destra, CasaPound e altre realtà locali dell’area di centrodestra. Il primo corteo è invece organizzato dall’Anpi provinciale e ha visto la presenza di sostenitori di sinistra e dell’area antagonista.

Senza il sostegno del Comune l'associazione scomparirà

De profundis per la “Firenze dei teatri”. Palazzo Vecchio sceglie Maggio e Pergola

di Redazione - - Cultura

Uno dei cortili interni del complesso delle Murate, a Firenzae

Per i piccoli teatri di Firenze e dell’area metropolitana del capoluogo tira una brutta aria. E i guai principali hanno un’origine: le scelte culturali di Palazzo Vecchio. Firenze dei teatri, l’associazione che da oltre dieci anni riunisce 20 teatri dell’area metropolitana fiorentina, da ieri ha chiuso l’utilissimo Info point alle Murate e la sua attività futura resta un enigma.