Primo piano

L'allarme del consigliere Pieri: cifre da capogiro

La crisi affossa i divorzi: “Separarsi? Un lusso”

di Giulia Ghizzani - - Cronaca

Costa troppo, oggi, separarsi o divorziare

Da 800 a 3.500 euro per una separazione consensuale, fino a 9.500 per una giudiziale. Sono i numeri legati alle tante crisi matrimoniali che si registrano nel Paese e anche in Toscana. Cifre consistenti che fanno della separazione – vista la situazione economica attuale – un lusso riservato a pochi. La denuncia arriva dal consigliere comunale Massimo Pieri, che apre la riflessione su un tema importante e delicato per la famiglie di oggi.

"Gravi problemi economici per Impresa spa"

Tramvia, l’assessore Mattei in Consiglio: “Nuovo stop per la linea 2”

di Giulia Ghizzani - - Politica

Nuovo stop per la linea 2 della tramvia. Lo ha riferito in Consiglio comunale l’assessore alla Mobilità Massimo Mattei che ha sottolineato il dispiacere “prima come cittadino, poi come imprenditore e assessore” per la situazione di stallo venutasi a creare in questi mesi a proposito dei cantieri del secondo tracciato del Sirio. “Gravi problemi economici per Impresa Spa”, ha spiegato, stanno rallentando l’iter: ancora non c’è una data per il via agli interventi.

Le prossime scadenze fiscali

Denuncia dei redditi: come detrarre le spese mediche

di Piero Corradini - - Economia

Tessera sanitaria 600x400

Mancano 10 giorni alla presentazione del mod. 730 al datore di lavoro, che va fatta entro il 30 aprile. Mancano poi meno di 2 mesi al 16 giugno, data termine per il pagamento delle imposte per chi fa il modello Unico 2013. In tema “oneri deducibili” i più gettonati sono le spese mediche, a cominciare dallo scontrino di una farmacia. Vediamone le caratteristiche.

Gioco dell'oca al Quirinale

Il colle più alto

di Paolo Padoin - - Lente d'Ingrandimento, Politica

Dopo una mattinata di appelli dei partiti che gli hanno chiesto la disponibilità a un secondo mandato, Giorgio Napolitano ha detto sì. Per la prima volta nella storia della repubblica un presidente è stato eletto per la seconda volta, ottenendo 738 voti; nel 2006 era stato votato a maggioranza assoluta dal centrosinistra con 543 voti.