Articoli sul tema ‘Pugilato’

Da tempo era stato colpito dal morbo di Parkinson

Pugilato: è morto Muhammad Alì (Cassius Clay), leggenda del ring. Aveva 74 anni

di Redazione - - Cronaca, Primo piano, Sport

Unico pugile al mondo ad aver conquistato per tre volte il titolo di campione del mondo dei pesi massimi. Si affermò giovanissimo, vincendo l’oro alle Olimpiadi di Roma del 1960. Memorabili i suoi combattimenti con Frazier e Foreman. Si ritirò nel 1981 dopo aver vinto 56 dei 61 incontri disputati. Il saluto commosso di Tyson

Ha lottato come un leone per 12 riprese contro un avversario di 14 anni più giovane

Pugilato: Bundu a testa alta, battuto ai punti da Thurman nel mondiale a Las Vegas

di Ernesto Giusti - - Sport

Andato giù nella prima ripresa, Leonard ha costretto il campione in carica, considerato un gran picchiatore, a una tattica guardinga e prudente. All’inizio dell’ultima ripresa, il maestro Alessandro Boncinelli gli ha sussurrato: ora o mai più. E il pugile fiorentino d’Africa ha tentato, invano, di ribaltare il risultato. 120 a 107 il verdetto dei giudici a favore dell’americano. Nell’incontro precedente, non ha avuto fortuna il livornese Lenny Bottai contro Charlo

Diretta tv su Italia 1 dalle 3 del mattino di domenica 14 dicembre

Pugilato: Bundu-Thurman, sfida mondiale a Las Vegas. E il livornese Bottai contro Charlo. Maxischermo al Mandela forum di Firenze

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Sport

Leonard Bundu

Alle 3 partirà il primo match della diretta, con Bottai, il pugile livornese che proverà a battere Charlo in quella che è considerata una vera e propria semifinale dei welter Ibf. Bundu sfiderà Thurman intorno alle 4:40. Per le 6:00 previsto il main event, quello tra Kahn e Alexander, valido per il titolo dei welter versione silver Wbc

Il campione triestino invita il vecchio rivale toscano

Pugilato, Nino Benvenuti a Sandro Mazzinghi: «Cinquant’anni dopo i nostri match mondiali incontriamoci amichevolmente»

di Redazione - - Sport

Le sfide mondiali vennero disputate il 18 giugno e il 17 dicembre 1965. Nino dice di aver spesso teso la mano a Sandro, ma lui l’ha sempre rifiutata. Il problema? Una delle spiegazioni potrebbe risalire all’ostilità che il fratello di Mazzinghi, Guido, anch’egli pugile di qualità, nutriva nei confronti di Benvenuti