Articoli sul tema ‘scuola’

Presentata in Palazzo Vecchio la seconda edizione

Firenze: torna il progetto «Bullo in Rete» per l’anno scolastico 2017/2018

di Redazione - - Cronaca, Cultura

Un’innovativa progettualità che, attraverso un’azione formativa/preventiva, si pone l’obiettivo sia di contrastare il fenomeno del Bullismo/Cyberbullismo, sia di contribuire allo sviluppo della cultura della responsabilità e della giustizia nel quadro delle azioni di prevenzione e di contrasto del disagio giovanile

Da mercoledì 27 a venerdì 29 settembre

Firenze: al via «Fiera Didacta Italia» alla Fortezza da Basso

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

È la prima edizione italiana di «Didacta International», il più importante appuntamento fieristico dedicato all’istruzione che si tiene in Germania da 50 anni. Seminari, spettacoli teatrali e cinema, rivolti principalmente ai giovani, saranno anche al Complesso delle Murate, in Sant’Apollonia e a Palazzo Vecchio

Si tratta di orizzontescuola.it

Scuola: 18.000 posti di supplente disponibili in tutt’Italia. L’analisi di un sito specializzato

di Redazione - - Cronaca

ROMA – Dal sito orizzontescuola.it traiamo indicazioni utili  per quei docenti della scuola che sono ancora in attesa d’incarico, viste le disfunzioni del regime della buona scuola di Renzi-Giannini. Si dà notizia infatti che cominciano le convocazioni da parte degli Uffici Scolastici Provinciali per le supplenze fino al termine delle attività didattiche o annuali. Dall’inizio […]

Lungo elenco di difficoltà burocratiche e organizzative

Scuola, Toscana: 500 mila sui banchi da oggi 15 settembre. Con il problema dei vaccini e la mancanza d’insegnanti

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Top News

E’ un ritorno non senza difficoltà. Anche burocratiche per l’obbligo dei vaccini. Poi, come al solito, emergono problemi perchè non tutte le classi hanno gli insegnanti. L’avvio non sarà facile e la scuola, anche in Toscana, sconta difficoltà antiche (continuano ad essere troppi gli abbandoni) ma anche nuovi dal momento che i metodi d’insegnamento, nonostante quel che dice la ministra Fedeli, risultano fra i meno efficaci d’Europa.