Articoli sul tema ‘stadio’

Le polemiche sullo stadio

Stadio Firenze: Cellai (FI), il Comune non ha presentato progetto di riqualificazione del Franchi alla Soprintendenza

di Redazione - - Cronaca, Politica, Sport

Forza Italia sposa la localizzazione più semplice e rapida per la realizzazione di uno stadio moderno, sia essa dentro o fuori dal Comune di Firenze, per venire incontro alla volontà seria e concreta di un investitore privato, ma è evidente che la prima cosa da fare fosse una richiesta nero su bianco in merito al Franchi

I dieci punti posti dal sindaco Nardella

Nuovo stadio in 48 mesi: il Comune vende l’area Mercafir alla Fiorentina. Commisso accetta

di Redazione - - Cronaca, Economia, Eventi, Sport

La delibera permette la modifica dell’attuale assetto urbanistico dell’area. L’obiettivo è rendere possibile l’ipotesi di realizzare uno stadio di proprietà privata, sempre di interesse pubblico. Rocco Commisso ha fatto sapere di accettare la proposta di Palazzo Vecchio

Il presidente viola

San Frediano, Torrino d’oro a Rocco Commisso: «A Genova la Fiorentina non mi è piaciuta. Spero con la Juve. Lo stadio? Datemi tempo»

di Ernesto Giusti - - Approfondimento, Cronaca, Cultura, Eventi, Sport

«Contro il Napoli – ha detto – abbiamo fatto una bellissima partita, a Genova la squadra non mi è piaciuta. Mi aspettavo di più, ora vediamo. Tutti quelli che lavorano nella Fiorentina avvertono la pressione di voler far meglio, ma io dico che bisogna lasciarli lavorare. C’è bisogno di tempo. L’inizio in salita ci può stare, ma dateci tempo e datemi tempo Con la Juve? Io spero che…»

Fiorentina: Commisso-Nardella, incontro per lo stadio. Ma regna l’incertezza

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Economia, Sport, Top News

Alla fine è venuta fuori una fumata grigia. Tutto in alto mare. «Non abbiamo ancora deciso – ha detto Commisso – sulla possibilità di ristrutturare il Franchi o fare uno stadio nuovo, ci sono delle opzioni, ci dobbiamo ragionare. Si deve vedere quanto tempo ci vorrebbe per la realizzazione di una delle due opzioni, e si deve capire quello che la sovrintendenza per i beni archeologici, culturali e paesaggistici ci lascerà fare»