Firenze: poliziotto salva una ragazza finita in Arno per riprendere il cane

Ventitreenne di Scandicci salvata da un poliziotto mentre cercava di riprendere il cane finito in Arno. La ragazza camminava con il proprio cane lungo la passeggiata delle Cascine oltre il Ponte all’Indiano quando, improvvisamente, il cane si è gettato in Arno e ha iniziato ad annaspare senza riuscire a tornare a riva. La ragazza si è tuffata in acqua per soccorrerlo, ma è rimasta bloccata

Leggi

Arno: il pericolo alluvione ora viene dalle bombe d’acqua. Opere di difesa ancora inesistenti

Non è vero che il pericolo alluvione, per Firenze e la Toscana, è rimasto più o meno quello del 4 novrembre 1966. No, il rischio è aumentato per colpa del cambiamento climatico: che si manifesta con le bombe d’acqua, ossia le piogge violente e concentrate, di cui cominciammo a prendere coscienza 25 anni fa. Il termine stesso, bomba d’acqua, mi pregio di averlo scritto, per primo al mondo, su La Nazione, nel giugno1996

Leggi

Arno: rete da pesca di 80 metri sequestrata a Cerreto Guidi. Liberati i pesci catturati

Ha dato nell’occhio, quella rete da pesca di 80 metri, non autorizzata,  che è stata sequestrata lungo l’argine dell’Arno, a Bassa, frazione di Cerreto Guidi, dalla polizia provinciale in un’operazione che ha visto coinvolte anche le associazioni Wwf e Libera Caccia. Gli agenti, spiega una nota della Città metropolitana di Firenze, sono intervenuti dopo una segnalazione

Leggi

Arno: via ai lavori della cassa d’espansione di Figline Incisa. Ma il rischio alluvione resta altissimo

Sono stati inaugurati i lavori del secondo lotto della cassa di espansione Pizziconi che si trova nel Comune di Figline e Incisa Valdarno. Un intervento da quasi 23 mln di euro, la conclusione del quale è prevista entro il 2022. Ma ripetiamo: un passo avanti. Perchè la strada per mettere Firenze e due terzi della Toscana in sicurezza dall’Arno – una minaccia vera e catastrofica fin dal 1170, con l’ultima, devastante alluvione datata 4 novembre 1966 – è ancora lunga.

Leggi

Arno: ai Renai di Signa nuova cassa d’espansione. Il ricordo del tubone di Zamberletti

Partono i cantieri per la realizzazione del primo lotto della cassa di espansione dei Renai, a Signa una delle opere considerate strategiche per ridurre il rischio alluvioni non solo a Signa, ma in un’ampia porzione di territorio che comprende anche Firenze, Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino. Il tubone che dissetò Firenze. La nuova cassa d’espansione è solo un tassello in attesa di mettere due terzi della Toscana in sicurezza dalle alluvioni

Leggi