Uccisa con una coltellata: aveva 32 anni e si era trasferita da Lucca ad Aosta

L’avrebbero ucisa con una coltellata alla gola: si chiamava Serban Radula e aveva 32 anni. Di origine romena aveva vissuto a Lucca, dove abita la sorella, prima di trasferirsi ad Aosta. Il corpo si trovava nel bagno dell’alloggio in cui viveva, in affitto, al primo piano di un palazzo in viale Partigiani. A trovarlo sono stati i vigili del fuoco che sono entrati nell’abitazione di primo mattino, dopo che la sorella, giunta nella notte dalla Toscana, aveva dato l’allarme in quanto non riusciva a contattarla al telefono

Leggi

Coppia scomparsa a Bolzano: la donna è stata strangolata. Senza esito le ricerche del marito

Il figlio Benno è in carcere e si dichiara innocente, ma è stato accertato che sua mamma, Laura Perselli, ritrovata cadavere nell’Adige, era stata prima strangolata. E’ quanto si apprende da indiscrezioni sull’autopsia effettuata in giornata, su incarico della procura, dal medico legale Dario Ragniero e, per la difesa, dall’anatompatologo Eduard Egarter Vigl. Un risultato importante ai fini delle indagini sul duplice omicidio della donna e del marito, Peter Neumair, il 63 anni, il cui corpo è stato inutilmente cercato

Leggi

Prato: uccide l’amico con una coltellata. Poi ferisce la compagna. Arrestato nella notte

Si chiamava Mirko Congera, aveva 44 anni, ed è stato ucciso da un suo amico, nella notte fra il 28 e il 29 settembre, con una coltellata alla gola.  Poi il presunto omicida, 43enne, italiano ma nato in Belgio, ha ferito la compagna del Congera, Daniela, operaia, ricoverata all’ospedale Santo Stefano. Teatro del delitto la casa della coppia, a Prato. A dare l’allarme i vicini di casa della coppia

Leggi