Letta blinda Draghi: “Se il governo cade si vota subito”. Nato e Ucraina nodi della maggioranza

Ucraina e Nato sono i nodi che aggrovigliano il governo di Mario Draghi. Il quale, mercoledì 18 maggio, aprirà le porte di Palazzo Chigi al primo ministro della Finlandia, Sanna Marin, sapendo che la Lega non è poi così convinta dei nuovi ingressi nella Nato. Non basta: giovedì il presidente del consiglio andrà in Parlamento per l’informativa sulla guerra in Ucraina

Leggi