Coronavirus in Toscana: 6 morti, oggi 2 dicembre. E 615 contagi, 49 terapie intensive (+4,3%)

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 202,1 per 100.000 residenti contro il 226 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (288,1 per 100.000), Prato (255,8) e Firenze (242,5), il più basso a Grosseto (102,0)

Leggi

Covid, aumentano i casi nelle terapie intensive: più 12,9% in 7 giorni. Lo rileva Gimbe

‘E’ bene vaccinarsi e mantenere le precauzioni, perchè aumentano i nuovi casi di Covid-19 in Italia (+16,6%) ed i ricoveri (+14,9%) e s’inverte la tendenza delle terapie intensive (+12,9%). Lo rileva il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe che evidenzia, nella settimana 27 ottobre-2 novembre, rispetto alla precedente, un ulteriore aumento dei nuovi casi settimanali: da 25.585 a 29.841

Leggi

Covid: resta il coprifuoco, ma posticipato alle 23. Colori delle Regioni: in base ai letti di terapia intensiva

Cambia il decreto Covid. Resterà il coprifuoco, ma posticipato alle 23. E ancora: i matrimoni ripartiranno a metà giugno, mentre i centri commerciali potranno tornare ad accogliere clienti anche nei fine settimana forse già dal 22 maggio. E non è escluso che si arrivi ad una revisione dei parametri che determinano il cambio di colore delle Regioni: al posto dell’Rt diventerà determinante l’occupazione dei posti letto in terapia intensiva

Leggi

Covid, Firenze: i sindaci difendono la zona rossa. I dati delle terapie intensive

«La decisione di mantenere per una settimana l’intero territorio provinciale di Firenze in zona rossa – scrivono i 41 sindaci della Città metropolitana – è stata presa in piena sintonia fra tutti e 41 i sindaci della Città Metropolitana insieme al presidente della Regione Eugenio Giani, dopo attente valutazioni basate sui dati della pandemia nel nostro territorio, con particolare attenzione all’aumento dei contagi e dell’occupazione dei posti letto e delle terapie intensive negli ospedali»

Leggi