Aperte le dighe di Levane e La Penna

Arno in piena, superato il primo livello di guardia (VIDEO)

di Marco Bastiani - - Cronaca

Arno in piena (Fabio Burchi via Twitter)

Arno in piena (Fabio Burchi via Twitter)

FIRENZE – Il fiume Arno ha raggiunto il primo livello di guardia. Per le prossime ore è previsto un generale miglioramento con possibili residue precipitazioni non rilevanti. Tra le ore 20 e le 24 e’ prevista una piena di ordinaria entita’ del fiume Arno. Lo rende noto la Protezione Civile della Provincia di Firenze. La piena avverrà per lo svuotamento delle dighe di Levane e La Penna.

I livelli del fiume Arno sono in lieve aumento, superato il primo livello di guardia all’idrometro di Nave di Rosano (4.16 m), degli Uffizi (3.00 m) e di Ponte a Signa (5.70 m).

SIEVE

Nel Mugello la Sieve è esondata a San Piero a Sieve e a Vicchio. A San Piero ha allagato la parte bassa dell’Area Feste. A Sagginale, nel comune di Borgo San Lorenzo, il livello della Sieve si è alzato fino a lambire l’arcata del ponte di Annibale, trascinando tronchi di alberi e vari detriti pericolosi; e’ stata disposta per motivi di sicurezza la chiusura al transito del ponte, in entrambe le direzioni di marcia.

La Sieve e’ esondata anche nel comune di Vicchio, nel tratto all’altezza tra le localita’ Cistio e Ponte a Vicchio, dove e’ stata posta di guardia una pattuglia della Polizia municipale vicchiese. Resta sorvegliato speciale anche il torrente Stura nel comune di Barberino di Mugello.

OMBRONE

Monitoraggio Ombrone a Poggio a Caiano (Foto Vab)

Monitoraggio Ombrone a Poggio a Caiano (Foto Vab)

La situazione dell’Ombrone sta lentamente migliorando. E’ stata inoltre riaperta la strada che dall’Indicatore porta a Prato e il tratto di Ponte all’Asse, a Poggio a Caiano. Nella zona di Quarrata e Agliana gli allagamenti hanno interessato alcuni scantinati mentre il torrente Brana ha tracimato in una cassa di espansione senza conseguenze per l’abitato.

BISENZIO


Proseguono gli interventi della protezione civile di Prato nelle zone maggiormente interessate dall’emergenza maltempo. Nelle ultime ore si e’ verificata una tracimazione dell’Ombrone in zona Villa Castelletti. Le casse di espansione di ponte alle Vanne e di Case Carlesi sono aperte e stanno contribuendo alla limitazione dell’ondata di piena dell’Obrone e a ridurre la pressione sul reticolo minore. Tracimazioni in particolare sull’Ombrone in localita’ Case Coveri, sulla Bardena sempre alla confluenza con l’Ombrone, sul Calicino e sul Bisenzio, a ponte di Colle e nella zona sud di Vaiano.

AUTOSTRADA

E’ stato invece riaperto il tratto dell’A1 tra Pian del Voglio e Barberino in direzione Firenze, a causa di uno smottamento avvenuto all’altezza del km 250 per le forti piogge che interessano il tratto dalla giornata di ieri. Non ci sono veicoli coinvolti in quanto la prima caduta di materiale terroso sulla corsia di emergenza ha fatto scattare il provvedimento di blocco cautelativo della circolazione, operato dalla Polizia Stradale congiuntamente con le risorse operative di Autostrade per l’Italia.

TRENI

Treni dalle 16.40 alle 17.40 tra Vernio e Vaiano, sulla linea Prato-Bologna, su richiesta della Protezione civile per un movimento franoso in prossimita’ dei binari. Successivamente, la circolazione è ripresa anche se a senso unico alternato sul binario in direzione Bologna. Si sono registrati rallentamenti tra 20 e 50 minuti per due Intercity, di 50 minuti per un regionale e la cancellazione parziale di altri 4 regionali.

AEREI

Disagi, a causa del forte vento, oggi all’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze. Complessivamente, 13 voli previsti in partenza e in arrivo sono stati dirottati sugli scali di Pisa e Bologna. Quattro voli, in partenza per Tirana, Francoforte, Zurigo e Parigi sono stati cancellati. I disagi sono iniziati intorno alle 12.

Tag:

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.