Prima edizione del concorso letterario scolastico Giovanni Boccaccio

Le novelle del Boccaccio riscritte dagli studenti fiorentini

di Sandro Addario - - Cultura

I giovani studenti vincitori del  concorso letterario scolastico "Boccaccio"

I giovani studenti vincitori del concorso letterario scolastico “Boccaccio”

FIRENZE – Ottanta studenti in gara per scrivere novelle ispirandosi a Giovanni Boccaccio. Questo lo scopo della prima edizione del «Concorso letterario scolastico Giovanni Boccaccio», con la collaborazione del comune di Firenze, del comune di Certaldo e dell’Unione dei comuni del Circondario Empolese Valdelsa.

I giovani autori, studenti delle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Firenze, sono stati premiati oggi nella sala dei Dugento in Palazzo Vecchio. Hanno ricevuto premi in denaro e ingressi gratuiti ai più importanti teatri fiorentini (La Pergola, Rifredi) e dell’Empolese Valdelsa (Teatro Shalom di Empoli, Fondazione Teatro del Popolo di Castelfiorentino), biglietti omaggio per la prossima stagione concertista del Centro Musicali Ferruccio Busoni, biglietti per le festa medievale Mercantia e buoni libri messi a disposizione dalla Libreria Rinascita di Empoli. Al sesto classificato e alla sua stessa classe sarà data la possibilità di partecipare ad un seminario di narrazione della scuola Holden di Alessandro Baricco, offerto come service culturale dal Distretto 2070 del Rotary Club International.

L’iniziativa del premio è dell’«Associazione letteraria Giovanni Boccaccio» presieduta da Simona Dei, che da 32 anni organizza in settembre il Premio Letterario omonimo a Certaldo, presieduto da Sergio Zavoli. Quest’anno assumerà un significato particolare perché ricorre il 700° anniversario della nascita di Giovanni Boccaccio. L’appuntamento è per il 14 settembre, giornata in cui sarà tra l’altro presentato il libro dove saranno raccolte le «novelle» degli studenti fiorentini edito da Ibiskos Ulivieri.

«Per festeggiare il settecentesimo anniversario della nascita di Giovanni Boccaccio – ha commentato la presidente Simona Dei – accanto al prestigioso Premio Letterario rivolto ai migliori scrittori e giornalisti del nostro Paese e di tutto il mondo, abbiamo voluto sperimentare per la prima volta una nuova iniziativa: un concorso letterario rivolto alle scuole con l’intento di costruire un ponte fra la grande letteratura italiana e le nuove generazioni».

Ecco i nomi degli studenti premiati.

1. Noemi Linardi (Liceo “Virgilio”, indirizzo linguistico, di Empoli) con la novella «C’era una volta in Africa»

2. Alessandra Canetta (Liceo “Checchi” di Fucecchio)

3. Sofia Papini (Liceo Scientifico “Rodolico” di Firenze),

4. Guido Magnani (quarto classificato),

5. Sofia Menichetti (Liceo Scientifico “Pontormo” di Empoli).

Un gruppo dei partecipanti al premio nel Salone dei Dugento in Palazzo Vecchio

Un gruppo dei partecipanti al premio nel Salone dei Dugento in Palazzo Vecchio

Premi speciali sono andati ai lavori di gruppo di:

• Niccolò Albano e della sua classe III A dell’Istituto “Sassetti” di Firenze

• Giorgio Ferrara, Irene Brianti, Ilaria Chiostri, Matteo Nepolitano, Rino Minicucci del Liceo Classico “Dante” di Firenze;

• Irene Banchelli, Ginevra Fenyes, Viola Selvi e Matteo Seracini del Liceo Classico “Dante” di Firenze.

I premi speciali consistono nella possibilità di partecipare a titolo totalmente gratuito: ad un seminario di scrittura creativa a cura della Scuola Holden di Alessandro Baricco (che si terrà nel settembre prossimo all’interno della casa natale del Boccaccio a Certaldo); e ad alcuni laboratori di scrittura organizzati dall’Ente Boccaccio di Certaldo.

Numerosi gli studenti segnalati: Sara Bagnoli, Sara Bandinelli, Giulia Berti, Rosa Cinelli, Rossella Cirri, Tommaso Cortopassi, Erika Evangelista, Marco Firenzuoli, Lucrezia Fontanelli, Cosimo Franchini, Arianna Gagliani, Andrea Giovannetti, Margherita Giraldi, Gregorio Iacopini, Dario Latini, Anja Losso, Maddalena Magnani, Rachele Magnalelli e Miki Takagi, Gabriele Marchi, Chiara Mazzanti, Florian Sukthi, Sara Terreni, Edoardo Trallori, Michelangelo Vanni, Edoardo Venturini, Benedetta Zito.

 

Tag:

Sandro Addario

Sandro Addario

Giornalista

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.