Strage di Viareggio, 33 a giudizio anche Moretti

La strage di Viareggio del 29 giugno 2009
La strage di Viareggio del 29 giugno 2009

VIAREGGIO – Tutti a giudizio gli imputati per la strage alla stazione di Viareggio che il 29 giugno 2009 provocò 32 morti. Sono 33 persone fisiche e alcune società a essere sul banco degli imputati. C’è anche Mauro Moretti, l’amministratore delegato di Ferrovie. E con lui anche gli altri funzionari del gruppo entrati nell’inchiesta della Procura di Lucca. La decisione è stata presa dal Giudice per l’udienza preliminare, Alessandro Dal Torrione.

I reati contestati sono disastro ferroviario colposo, incendio colposo, omicidio e lesioni colpose. La prima udienza è fissata per il 13 novembre.

Il prossimo atto formale è fissato per il 27 luglio ed è ancora in mano al giudice per l’udienza preliminare Dal Torrione. Si tratta della costituzione del fascicolo, ovvero della formazione del fascicolo con gli atti da subito a disposizione del collegio giudicante. Sono gli atti garantiti e quelli irripetibili, come il risultato dell’incidente probatorio e i verbali.

«Confido che il processo potrà diradare i dubbi» è il commento dell’avvocato Armando D’Apote, difensore di Moretti.

I familiari delle vittime chiedono giustizia, «Moretti deve dimettersi» spiega Daniela Rombi presidente dell’associazione «Il Mondo che vorrei».

strage di viareggio


Massimiliano Mantiloni

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080