Domani all'auditorium di S. Stefano in Ponte

Musica: la «Buona Novella» di De André in versione orchestrale

di Marco Gemelli - - Cultura, Eventi

Fabrizio De Andrè

Dai grandi della lirica a uno dei giganti della musica contemporanea italiana, Fabrizio De André. Dopo aver portato in giro per la Toscana i capolavori di Verdi, Puccini e Leoncavallo, adesso l’associazione Omega si cimenta con i brani dell’album del cantautore genovese ispirato ai vangeli apocrifi, La Buona Novella (1970). L’appuntamento, penultima tappa dell’OmegaFestival 2013, è per domani, sabato 31 a partire dalle ore 21.15, quando nell’auditorium di Santo Stefano al Ponte (piazza di Santo Stefano 5, Firenze) verranno riproposte le canzoni ispirate alla lettura dei testi sacri, che sottolineano l’aspetto più umano ma non per questo meno spirituale.

L’esecuzione dell’album, affidata all’orchestra Nuova Europa diretta da Silvano Pieruccini e alla “Faber&classic ensemble”, si avvale della consulenza vocale di Nicoletta Fiori e sarà preceduta da un’altra pietra miliare della produzione di De André, il Cantico dei Drogati (1968), tratto dall’album Tutti morimmo a stento.

La Buona Novella

Ritenuto dalla critica uno dei lavori migliori di De André, La Buona Novella intende scoprire la vocazione umana, allo stesso tempo terrena e divina, sofferente e “rivoluzionaria” della figura di Gesù Cristo, partendo dall’Infanzia di Maria e proseguendo con il Ritorno di Giuseppe e Il sogno di Maria. Dopo l’Ave Maria e Maria nella bottega d’un falegname, l’album continua con arie conosciute, da Via della Croce al Testamento di Tito.

L’evento è patrocinato dall’Unicef: i proventi del concerto, tolte le spese, andranno in beneficenza. I biglietti per la Buona Novella (15 euro) possono essere acquistati presso il circuito Box Office,www.boxol.it, www.classic.tic  e presso l’auditorium Santo Stefano al Ponte (dalle 15), o prenotabili presso l’associazione Omega (338/2566236, 055.8711291).

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.