L'azzurro Rota (quinto) sfiora la medaglia

Ciclismo, un olandese nuovo campione del mondo Juniores

di Massimiliano Mugnaini - - Mondiali di Ciclismo, Sport

L'olandese Mathieu Van Der Poel durante un passaggio a Fiesole

L’olandese Mathieu Van Der Poel durante un passaggio a Fiesole

FIRENZE – Ancora niente medaglie per l’Italia del ciclismo al Mondiale toscano. Con il suo quinto posto, Lorenzo Rota per ora è l’azzurro che più si è avvicinato al podio di Firenze ma neppure lui l’ha centrato. La gara maschile Juniores del Mondiale di stamattina l’ha stravinta l’olandese Mathieu Van Der Poel che ha tagliato il traguardo sventolando la bandiera della sua nazione. Il “tulipano volante” è scattato a due giri dalla conclusione assieme al francese Bonnamour.

Quando il gruppo stava raggiungendo i due battistrada, nell’ultima tornata Van Der Poel è scattato ancora e si è involato da solo sull’ultimo strappo di via Salviati. Il plotone non è più riuscito a raggiungerlo e l’olandese si è così presentato sul traguardo di Viale Paoli da solo: ha avuto il tempo anche di prendere una bandiera che gli ha consegnato un tifoso.

Dopo una bella gara il giovane bergamasco Rota ha fatto lo sprint per l’argento ma si è arreso all’albanese Pedersen e all’albanese  “adottato” dalla Toscana, Itijan Nika che vive a Manciano in provincia di Grosseto e corre per una squadra di Prato, il Team Palma Ecologia Cipriani & Gestri. Si tratta tra l’altro del primo albanese in assoluto nella storia a vincere una medaglia ai Mondiali di ciclismo.

I tifosi italiani ai Mondiali di ciclismo aspettano ancora di applaudire un italiano sul podio

I tifosi italiani ai Mondiali di ciclismo aspettano ancora di applaudire un italiano sul podio

Quella Juniores maschile – 140 chilometri da Montecatini Terme a Firenze con il durissimo circuito iridato da ripetersi cinque volte – è stata comunque una gara molto combattuta, in cui si è fatto vedere anche l’altro azzurro Seid Lizde autore di una fuga poi ripresa dal gruppo, mentre l’azzurro più atteso – l’elbano Simone Velasco – non è invece riuscito a mettersi in mostra.

Nel pomeriggio l’Italia ci riproverà nella categoria Donne elite: la Bronzini, la Guderzo e la Ratto proveranno a dare la caccia alla fuoriclasse olandese, Marianne Vos, la grande favorita di una gara che coprirà lo stesso percorso di quella di stamattina, con i tanti appassionati presenti in Toscana sempre in maggior numero, pronti a sostenere gli atleti sulle strade del Mondiale.

 

Tag:

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Giornalista

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.