Aeroporto, il Comune di Prato ricorre al Tar contro l’ampliamento di Firenze

Il sindaco di Prato Roberto Cenni
Il sindaco di Prato Roberto Cenni
Il sindaco di Prato Roberto Cenni

PRATO – Il Comune di Prato ricorre al Tar della Toscana contro la variante al Piano di Indirizzo Territoriale (Pit) che prevede l’ampliamento dell’aeroporto di Firenze e la definizione del parco agricolo. Prato è voluto ricorrere alla giustizia amministrativa per tutelare gli interessi primari dei cittadini e la propria autonomia nel governo del territorio.

Il deposito del ricorso è stato annunciato dal sindaco Roberto Cenni. Molteplici le ragioni che stanno alla base dell’azione legale: la prima è la contraddizione di fondo contenuta nello stesso titolo del Pit, ovvero la coesistenza del nuovo aeroporto e del Parco della piana sul medesimo territorio, ma con obbiettivi diametralmente opposti. «Ci si chiede se nella sostanza la variante al Pit sia modellata e strutturata  funzionalmente per il nuovo aeroporto oppure per il parco della piana? -domanda provocatoriamente l’assessore all’urbanistica Gianni Cenni- Noi riteniamo che l’elemento ordinatore di fondo del Pit sia l’aeroporto, quindi che senso ha bloccare degli ulteriori ettari del territorio pratese, oltre a quelli già portati in dotazione al parco e messi in salvaguardia autonomamente dal nostro Piano Strutturale?».

aeroporto vespucci, comune prato, Firenze, sindaco cenni, tar


Massimiliano Mantiloni

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080